Esenzioni Irpef 2018: i redditi esenti e la No tax area

Dai redditi esenti alla No tax area. In quali casi si può parlare di esenzioni Irpef, ovvero quando non si paga l'imposta sul reddito delle persone fisiche.

Pubblicato da Roberto Bosio Venerdì 16 marzo 2018

Esenzioni Irpef 2018: i redditi esenti e la No tax area
Photo by Helloquence on Unsplash / Photo by Helloquence on Unsplash

Le esenzioni Irpef 2018 permettono al contribuente di risparmiare cifre importanti. Chiariamo subito cos’è l’Irpef: è un acronimo che sta per imposta sul reddito delle persone fisiche ed è la principale imposta del sistema tributario italiano. Chi risiede in Italia paga l’Irpef sui redditi prodotti in Italia e all’estero, mentre i non residenti pagano per i redditi prodotti nel territorio del nostro paese. La legge prevede anche una serie di redditi esclusi da Irpef, ma in questa sede andremo ad analizzare i redditi che ricadono nell’esenzione Irpef.

Redditi esenti da Irpef

Ecco l’elenco delle esenzioni Irpef 2018: si tratta di redditi fuori dalla tassazione Irpef e che non devono quindi essere dichiarati nel 730 o nel nuovo modello Redditi ex Unico. Fanno parte delle esenzioni Irpef 2018:

  • l’assegno di maternità per la donna disoccupata;
  • le rendite Inail, tranne l’indennità giornaliera per inabilità temporanea assoluta;
  • i compensi per importi non superiori a 7.500,00 derivanti da attività sportive dilettantistiche);
  • le rendite corrisposte da organismi non residenti a causa di un infortunio o malattia professionale;
  • le pensioni tabellari per menomazioni subite durante il servizio militare, in occasione di esercitazioni delle Forze Armate, a seguito di attentati terroristici o della criminalità organizzata e la reversibilità corrisposta ai superstiti delle vittime del dovere, del terrorismo o della criminalità organizzata;
  • le borse di studio e gli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca corrisposti dalle università e dagli istituti di istruzione universitaria e dalla provincia autonoma di Bolzano, da osservatori astronomici, astrofisici e vesuviano, da enti pubblici e di ricerca;
  • le borse di studio corrisposte dalle regioni a statuto ordinario;
  • Le borse di studio erogate a vittime del terrorismo e della criminalità organizzata nonché agli orfani ed ai figli di quest’ultimi;
  • la maggiorazione sociale sulla pensione.

No tax area Irpef: cos’è?

Un’altra forma di esenzione Irpef è quella rappresentata dalla No tax area. Con questo termine si intende la soglia di reddito entro la quale l’imposta dovuta è pari a zero. Il suo valore non è stabilito dalla normativa fiscale ma dalle detrazioni per lavoro dipendente, pensione o lavoro autonomo. La No tax area varia a seconda a seconda del tipo di reddito percepito:

  • 8.000 euro per i lavoratori dipendenti;
  • 8.124 euro per i pensionati under e over 75 anni;
  • 4.800 euro per i lavoratori autonomi.

Se si tengono in considerazione anche le detrazioni Irpef per i familiari a carico, la No tax area per una famiglia monoreddito formata da due genitori con detrazione da lavoro dipendente e due figli è di circa 16.340 euro. Se l’Irpef è nulla, le relative addizionali Irpef regionali e comunali sono pari a zero.