Conti correnti, rincari in arrivo: aumentano i costi di gestione, stangata per i cittadini

Rincari in arrivo per i conti correnti. A causa dell’aumento dei costi di gestione delle banche, possibili stangate per i cittadini. Le operazioni allo sportello potranno costare fino a 4 euro in più, ma aumenteranno i costi anche per le spese di gestione dei conti correnti e per l'invio degli estratti conto

Pubblicato da Francesco Minardi Venerdì 29 settembre 2017

Conti correnti, rincari in arrivo: aumentano i costi di gestione, stangata per i cittadini

Rincari in arrivo per i conti correnti. A causa dell’aumento dei costi di gestione delle banche, possibili stangate per i cittadini. Le operazioni allo sportello potranno costare fino a 4 euro in più, ma aumenteranno i costi anche per le spese di gestione dei conti correnti e per l’invio degli estratti conto.

I rincari si verificheranno da ottobre. La causa scatenante è l’aumento dei costi di gestione delle banche, sia tradizionali, sia solo online.

Alcune operazioni, allo sportello o ai bancomat, potranno costare di più.

Si stima che un’operazione allo sportello costerà fino a 4 euro in più, l’invio dell’estratto conto 2 euro in più. L’apertura di un conto online dalla sede di una filiale fisica costerà invece ben 35 euro in più.

A essere interessate dall’aumento dei costi di gestione il 12,5% delle banche tradizionali. Per quanto riguarda le banche online, nell’11% dei casi.

Secondo le stime del Corriere delle Comunicazioni, da ottobre quattro banche virtuali applicheranno rincari dei costi: conto Hello!; Money di Hello Bank; Digital di Che Banca!; We Bank di Webank.it.

Come difendersi dai rincari dei conti correnti

Come difendersi? I clienti possono poco, a meno che non decidano di cambiare banca impelagandosi, però, in tutta la burocrazia del caso.

Ma almeno la recessione del contratto sarebbe a costo zero: la legge lo permette quando è la banca a modificare le condizioni contrattuali in modo unilaterale.