7 camerieri dai quali non vorreste mai essere serviti

Anche i camerieri sono esseri umani, e in quanto tali sono soggetti ad errori. Ma in queste sei incredibili storie si è decisamente oltrepassato il segno

da , il

    cameriere
    Foto di Mark Umbrella/Shutterstock.com

    Anche i camerieri sono esseri umani e in quanto tali possono sbagliare e manifestare comportamenti insensibili o addirittura criminali. C’è da sottolineare che la stragrande maggioranza dei camerieri è composta da persone professionali che si guadagnano duramente da vivere. Ma anche fra i camerieri c’è qualche pecora nera che non rende onore al resto della categoria. Di seguito le storie più incredibili che riguardano la categoria dei camerieri.

    La cameriera che ruba in Hotel

    cameriera ruba

    Una cameriera 47enne è stata immortalata dalle telecamere di sicurezza di un albergo di Riccione mentre ruba nella stanza assegnata a un’ospite. Nel video diffuso dai carabinieri nell’agosto del 2018 si vede la donna che entra nella camera, ignora il letto disfatto e si dirige a colpo sicuro verso la borsetta dell’ospite. La prende, sfila il portafoglio ed estrae diverse banconote, intascandole, prima di riporre il tutto accuratamente. Prima di uscire dalla stanza la cameriera controlla anche le tasche di un paio di jeans poggiati su una sedia, non trovando però nemmeno una monetina. La donna è stata poi arrestata.

    La cameriera e il wurstel ginecologico

    cameriera wurstel

    Questo shockante video originariamente pubblicato su LiveLeaks ha avuto un’enorme diffusione, tanto da venire riproposto anche dalla stampa. Nel video ripreso da una videocamera a circuito chiuso si vede una cameriera che termina la preparazione di un piatto a base di hot dog aggiungendo un ingrediente segreto: i suoi umori vaginali. La ragazza si guarda attorno con fare circospetto, poi afferra la salsiccia e se la infila dentro come se si trattasse di un assorbente interno. Dopo qualche istante riposiziona il wurstel sul panino e ci aggiunge un po’ di ketchup. Buon appetito!

    Un drink allungato con lo sputo

    eminem sputa
    Eminem nel video di “The Real Slim Shady”

    Anche i camerieri sono esseri umani e possono reagire alle critiche con musi lunghi o con qualche parola di troppo. Ma in questa storia si è decisamente superato il limite, tanto che è dovuta intervenire la polizia. Luglio 2014, New York, ristorante Chili’s: una coppia con prole al seguito chiede al cameriere di riportare in cucina un piatto non abbastanza cotto. Il cameriere allora 24enne, G. Lamica, se la lega al dito: poco dopo, al momento di servire nuovi drink, ci aggiunge un ingrediente segreto: il suo sputo. Per sua sfortuna i clienti se ne accorgono, protestano con la direzione e arrivano a chiamare la polizia. Dopo tre mesi e un esame del DNA il cameriere confessa il misfatto. Il giovane viene condannato ad un anno di libertà condizionata e una multa di 125 dollari.

    Una mancia gonfiata

    cameriera mancia
    Victoria Lynn Bachmann

    Negli USA è prassi lasciare la mancia ai camerieri. In genere la mancia corrisponde al 15/20% della consumazione. In Italia la mancia non è una prassi, dal momento che il servizio è pagato direttamente nel conto. Dopo questa precisazione passiamo alla storia: nel 2015 Victoria Lynn Bachmann, una cameriera della Florida, è stata arrestata con l’accusa di avere aggiunto 1000 dollari di mancia in maniera fraudolenta al conto di alcuni clienti. La truffa è stata scoperta alla visione dell’estratto conto della carta di credito.

    Il pesce (quasi) killer

    salmone
    Foto di martiapunts/Shutterstock.com

    Una disattenzione poteva degenerare in tragedia: nel 2016 Simon-Pierre Canuel, un cittadino di Gatineau (Quebec), è finito in coma a causa di un piatto contenente salmone. Canuel aveva informato il cameriere della sua grave allergia al salmone e ai frutti di mare e gli aveva chiesto di assicurarsi che nessuno di quegli ingredienti contaminasse il suo cibo. Il giovane cameriere non ha prestato abbastanza attenzione ed ha servito a Canuel un piatto killer. L’uomo è finito in coma per alcuni giorni, il cameriere è stato processato per negligenza.

    “Vive la France!”

    francia bandiera
    Foto di Ivanova Julia/Shutterstock.com

    Restiamo in Canada, a Vancouver per la precisione, dove un cameriere è stato licenziato da un ristorante a causa della sua condotta “aggressiva, rude e irrispettosa” nei confronti dei clienti. L’uomo si è difeso: “Non sono villano, sono solo francese. E’ la mia cultura!”.

    Il cliente diabetico

    Diabete
    Foto di donskarpo/Shutterstock.com

    Questa storia è stata raccolta dal Baltimore Sun e ripresa da Business Insider: alcuni avventori stavano aspettando che si liberasse un tavolo, quando uno di essi, malato di diabete e sulla soglia di uno shock glicemico, ha iniziato a tremare. I suoi amici hanno chiesto subito un bicchiere di succo di frutta per alzare la sua glicemia, ma il cameriere ha semplicemente risposto “che bella interpretazione!” Alla fine l’uomo è entrato in shock, è collassato sul pavimento ed è stato salvato solo grazie all’intervento di un’ambulanza.