Case senza mutuo: le Tiny Homes si acquistano in 7 anni a 250 euro al mese

Hanno dimensioni ridottissime, ma promettono di essere molto confortevoli. Stanno rivoluzionando il mercato immobiliare di Detroit.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 22 maggio 2018

Case senza mutuo: le Tiny Homes si acquistano in 7 anni a 250 euro al mese
Foto YouTube

Il mutuo è una delle spese che maggiormente grava sul bilancio economico delle famiglie e dei single, per molti è un incubo ricorrente. Negli Stati Uniti qualcuno ha pensato di introdurre sul mercato una novità straordinaria a favore dei meno abbienti: le Tiny Homes, case di piccole dimensioni acquistabili senza mutuo in meno di 7 anni, al costo di circa 250 euro al mese. Il prezzo al metro quadro di queste abitazioni è incredibilmente irrisorio: 90 centesimi.

Le Tiny Homes stanno letteralmente rivoluzionando il mercato immobiliare a Detroit. Sono piccole e confortevoli e possono essere assegnate anche a chi ha un reddito inferiore ai 10.000 dollari all’anno: una volta acquistate acquisiscono un valore di 50mila dollari. Inoltre chi acquista una Tiny Home può beneficiare di numerosi servizi gratuiti come consulenze finanziarie, mediche e nutrizionali. Sono una nuova realtà che saprà rendere migliore la vita alle persone meno abbienti o in gravi difficoltà economiche.

La novità made in USA, nata dall’idea del reverendo Fowler, direttore esecutivo di Cass Community Social Services (CCSS), ha lasciato a bocca aperta molti italiani tanto che qualcuno ha pensato di importare l’idea anche nel nostro Paese. L’architetto Leonardo Di Chiara, 28 anni, ha progettato una casetta di 9 metri quadri su ruote, dotata di tutti i comfort: camera da letto (che da singolo può diventare matrimoniale), cucina abitabile, bagno con doccia, armadio, sedie e letto a scomparsa e terrazzo vivibile. Si chiama aVoid Tiny House e promette di essere confortevole come le Tiny Homes di Detroit, ma per il momento non sembra essere in vendita. Attualmente il progetto di casa mobile ‘Made in Italy’ dell’architetto di Chiara partecipa alla mostra d’architettura ‘Bauhaus Campus’ un villaggio sperimentale temporaneo, che da marzo 2017 a marzo 2018 sarà ospitato all’interno del parco museale del Bauhaus-Archiv / Museum of Design di Berlino.