Premio Strega 2018: candidati e date della premiazione

Con oltre 40 opere proposte, è boom di segnalazioni al Premio Strega 2018: tanti i libri candidati dopo le modifiche apportate al regolamento e diversi editori con più titoli in lizza. Ma quali sono le novità del Premio Strega 2018? Dai candidati alle date, ecco quello che c'è da sapere.

da , il

    Premio Strega 2018: candidati e date della premiazione

    Record di segnalazioni al Premio Strega 2018: i libri candidati, proposti dalla storica giuria, sono quest’anno ben 41. Diversamente dagli anni scorsi, infatti (dove la media di proposte non arrivava neppure alla trentina) la 72esima edizione del premio letterario più prestigioso d’Italia ha registrato un vero e proprio record: merito della ‘revisione’ al regolamento del Comitato direttivo, per cui non sono più necessari due Amici della Domenica perché un titolo sia presentato, ma ne basta uno solo o addirittura nessuno. Ma quali sono le novità del Premio Strega 2018? Dai candidati alle date, ecco quello che c’è da sapere.

    Si preannuncia come un’edizione ‘numericamente da record’, il Premio Strega 2018: i candidati, infatti, dopo le modifiche apportate al regolamento, sono parecchi (l’elenco completo sul sito ufficiale del premio), con diversi editori con più titoli in lizza. In breve, le novità rilevanti sono due: la prima è che, d’ora in poi, basterà la segnalazione di uno solo (e non più due) dei 400 Amici della Domenica (ovvero, i membri della giuria eletti a vita) perchè un libro possa concorrere al premio; la seconda è che il Comitato direttivo, che da sempre sceglie la dozzina finalista tra i libri proposti dagli Amici, potrà decidere di inserire dei titoli non segnalati – tra i dodici libri finalisti perciò, potrebbero entrare uno o più titoli ‘esterni’, scelti dal Comitato a propria discrezione.

    La dozzina finalista (da cui l’intera giuria sceglierà la cinquina finale prima, e il libro vincitore dopo) sarà annunciata il 19 di aprile, mentre la cinquina sarà votata a Casa Bellonci (sede dell’omonima Fondazione) il 13 giugno prossimo. Il vincitore, infine, sarà annunciato il 5 di luglio, nella storica location del Ninfeo di Villa Giulia a Roma.

    Premio Strega Europeo 2018, la cinquina finalista

    Intanto, il 9 aprile 2018 è stata annunciata la cinquina finalista del Premio Strega Europeo, il riconoscimento che celebra la cultura europea e i suoi legami con l’Italia, giunto quest’anno alla quinta edizione. In lizza per il premio (che sarà assegnato il 13 maggio prossimo da una giuria composta da oltre venti scrittori, tra finalisti e vincitori del Premio Strega) cinque romanzi provenienti da diverse aree culturali europee che hanno vinto, in patria, un prestigioso riconoscimento letterario. Questa la cinquina finalista del Premio Strega Europeo 2018:

    - Patria, di Fernando Aramburu (traduzione di Bruno Arpaia), vincitore del Premio Nacional de Narrativa 2017, Spagna

    - La scomparsa di Josef Mengele, di Olivier Guez, vincitore del Prix Renaudot 2017, Francia

    - Peccati gloriosi, di Lisa McInerney, vincitore del Baileys Women’s Prize 2016, Irlanda

    - Hotel Silence, di Auður Ava Ólafsdóttir, vincitore dell’Icelandic Literature Prize 2016, Islanda

    - Si scioglie, di Lize Spit, vincitore del Nederlandse Boekhandelsprijs 2017, Belgio.

    Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018, i vincitori

    Il 28 marzo 2018, infine, sono stati proclamati i vincitori della terza edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, il riconoscimento nato a margine dello Strega tradizionale e dello Strega Giovani, volto a promuovere la narrativa presso i lettori di tutte l’età.

    Il premio è andato, quest’anno, a Lluís Prats Martínez (con Hachiko. Il cane che aspettava) e a Paola Zannoner (con L’ultimo faro) premiati, rispettivamente, per la categoria +6, rivolta alla fascia di lettori dai 6 ai 10 anni, e per la categoria +11, rivolta a quella dagli 11 ai 15.

    Hachiko. Il cane che aspettava

    L'ultimo faro

    I due libri (il primo, una storia di fedeltà e di ‘amore tra uomo e cane’, ambientata tra il 1925 e il 1935 in Giappone; il secondo, uno spaccato sulle problematiche degli adolescenti di oggi, tra lutti, disturbi alimentari e videogames), sono stati scelti da una giuria composta da lettrici e lettori fra i 6 e i 15 anni, provenienti da ottantatré scuole primarie e secondarie in tutta Italia e all’estero e suddivise in base alle due fasce d’età.