Carnevale ambrosiano 2018, date e chiusura scuole a Milano

A metà febbraio si festeggerà il Carnevale ambrosiano 2018, la tradizionale festa che si svolge nel capoluogo lombardo con tante sfilate e carri. Ecco tutte le informazioni utili sul Carnevale ambrosiano 2018, con le date ufficiali, la storia del rito ambrosiano e le notizie su quando chiuderanno le scuole per consentire i festeggiamenti

Pubblicato da Giulio Ragni Lunedì 15 gennaio 2018

A metà febbraio si festeggerà il Carnevale ambrosiano 2018, una delle feste più attese ed importanti della città di Milano, che per l’occasione vedrà anche la chiusura delle scuole come da tradizione, per far gustare a tutti i residenti del capoluogo lombardo le sfilate e i carri che attraverseranno le vie della città. Il rito ambrosiano, che sancisce l’inizio della Quaresima, differisce dal tradizionale Carnevale che si festeggia nel resto del Paese, ed inizia la domenica successiva al Mercoledì delle Ceneri, con 4 giorni di ritardo rispetto al tradizionale martedì grasso: come ogni anno, per il Carnevale ambrosiano 2018 si profila il massimo impegno dell’Arcidiocesi nell’organizzazione dell’evento: qui di seguito trovate tutte le info utili sulle date ufficiali, la chiusura delle scuole e un po’ di storia del Carnevale ambrosiano di Milano.

Carnevale ambrosiano 2018: le date

Quali sono dunque le date ufficiali del Carnevale ambrosiano 2018? L’evento si festeggia sabato 17 febbraio, e questo vuol dire che gli abitanti della città meneghina festeggeranno nelle 24 ore precedenti la prima domenica di Quaresima, che nel 2018 è in calendario per il giorno 18 febbraio. Come tutti gli anni, i principali eventi del Carnevale ambrosiano 2018 si terranno nei pressi del Duomo, con tante sfilate e feste sia a carattere storico che religioso. Per i più giovani, che potranno approfittare della chiusura delle scuole, segnaliamo la presenza di tanti party in maschera organizzati dai locali del by night milanese, con particolare attenzione alla sera di sabato grasso, poiché nel Carnevale ambrosiano a Milano non c’è il martedì grasso visti i 4 giorni di ritardo, dove si prevedono divertimenti vari e danze sfrenate fino a tarda notte, approfittando della giornata festiva del 18 febbraio. E poi artisti di strada, acrobati, carri in maschera, e il culmine del Grande Corteo Storico il giorno 17, dove prenderanno parte le maschere tradizionali milanesi, come Meneghino e sua moglie, la Cecca.

Carnevale ambrosiano 2018: la chiusura delle scuole a Milano

Vediamo adesso quando è prevista la chiusura delle scuole a Milano per il Carnevale ambrosiano 2018: le date da appuntarsi sono venerdì 16 e sabato 17 febbraio, differenziandosi non solo dal resto d’Italia ma anche dalla provincia di Milano e dal resto della Regione Lombardia, le cui vacanze di Carnevale saranno osservate nei giorni lunedì 12 e martedì 13 febbraio.

Carnevale ambrosiano 2018: Fom

L’Arcidiocesi di Milano è in prima fila per l’organizzazione del Carnevale ambrosiano a Milano, soprattutto nel coinvolgimento dei più giovani, a cui la Chiesa presta particolare attenzione per far scoprire loro l’autentico significato religioso della festa. Già presentato il programma per la quaresima ambrosiana 2018: spazio alla fantasia e all’ingegno, nella elaborazione dei costumi e delle coreografie con i più piccoli, utilizzando anche materiali di recupero, mentre i ragazzi più grandi verranno coinvolti nella costruzione dei carri. Il tema del Carnevale ambrosiano dei ragazzi 2018 è ‘Coleotteri, Stupidotteri, Bomboloni’, alla scoperta di tanti nuovi insetti come veri entomologi. Su sito della Chiesa di Milano potete trovare ulteriori e più dettagliate informazioni.

Carnevale ambrosiano storia

In generale del Carnevale origini e significato della festa dovrebbero essere noti a tutti, ma qual è la storia del Carnevale ambrosiano di Milano? Come abbiamo accennato prima, alla base vi è il rito ambrosiano, in cui il periodo quaresimale inizia con la prima domenica di Quaresima, a differenza del rito romano. La tradizione vuole che all’origine di questa differenza ci sia una richiesta specifica di Sant’Ambrogio che, in pellegrinaggio lontano da Milano, abbia pregato la popolazione di attendere il proprio rientro prima di dare inizio alle celebrazioni della Quaresima. Più realisticamente questa differenza di 4 giorni potrebbe essere stata dettata dal prolungarsi di guerre, carestie o pestilenze, o ancora dalla transizione dal calendario giuliano al calendario gregoriano avvenuta solo nel 1582. Nella transizione dalla religione romana al cristianesimo, l’insieme delle festività comprese tra il mese di dicembre e marzo, che prevedevano culti pagani ai tempi dell’Impero Romano, con tutto l’annesso di riti orgiastici e propiziatori, vennero trasformati in riti carnevaleschi, e ciò accadeva alla fine del IV secolo: il rito ambrosiano nella città di Milano prenderà il sopravvento, attraversando il Medioevo e le epoche successive fino a giungere ai giorni nostri.