Acquario: caratteristiche, affinità e date del segno zodiacale

Quello dell'Acquario è un segno d'Aria caratterizzato da dinamismo, positività e grande intelletto. Tra le caratteristiche principali, il fatto di essere riservato, romantico ed indipendente, nonché fortemente geloso della propria libertà

Pubblicato da Caterina Padula Mercoledì 15 febbraio 2017

Acquario: caratteristiche, affinità e date del segno zodiacale

L’Acquario è – per caratteristiche – un segno zodiacale in cui prevale un forte dinamismo ed una grande positività. Dominato da Urano e Saturno, il pianeta che rappresenta, secondo l’astrologia tradizionale, il cielo, è l’undicesimo segno dello Zodiaco ed ha come elemento di appartenenza l’Aria. Come tutti i segni zodiacali, anche l’Acquario deve il proprio nome ad una delle 12 costellazioni dello Zodiaco a cui, da tempo immemorabile, sono stati assegnati nomi di essere reali o fantastici. La costellazione dell’Acquario è legata a diversi temi mitologici e con essa ovviamente anche il segno zodiacale: rappresentato, nell’iconografia tradizionale, come un giovane che dispensa acqua, secondo i Greci era la personificazione di Deucalione, unico sopravvissuto al diluvio voluto da Zeus per sterminare gli uomini, o di Ganimede, il bellissimo figlio del re di Troia, destinato dagli dèi all’immortalità e a servire nettare da un’anfora divina. Nella cultura dell’antico Egitto, invece, rappresentava Api, il dio del Nilo che attraverso l’acqua dispensava la buona sorte.

Acquario: caratteristiche principali del segno zodiacale

I nati sotto il segno dell’Acquario hanno, tra le caratteristiche principali, il fatto di essere persone generalmente dinamiche, estrose e mutevoli, cambiano spesso visione della realtà e non amano sottostare a regole prefissate. Sono molto attente agli ideali sociali, all’amicizia e alla fratellanza, ma sono poco inclini ai legami duraturi. Indipendenti e ribelli da un parte, sono dotati di grande diplomazia dall’altra, cosa che gli permette di raggiungere i propri scopi senza vivere troppi conflitti.

Acquario, date e pianeta dominante

Il segno zodiacale dell’Acquario corrisponde, per quanto riguarda le date in cui cade (tra il 20 gennaio ed il 18 febbraio circa) al periodo in cui la Natura si prepara all’arrivo della primavera, cosa che si evince nel carattere del segno sempre ben disposto a guardare al domani. Il pianeta dominante è Urano, che rappresenta il cielo e simboleggia l’innovazione, ma anche Saturno che ne riflette, invece, la saggezza: l’influenza di questi due pianeti, infatti, fa sì che l’emotività dell’Acquario venga talvolta messa da parte, a favore di una razionalità che spesso è scambiata per egoismo.

Acquario, rapporti affettivi e salute

Chi è nato sotto il segno dell’Acquario è timido e riservato e, dal punto di vista dell’amicizia, è molto fedele e leale. In amore è piuttosto romantico sebbene, anche sul piano sentimentale, sia molto geloso della propria libertà.
Per quanto riguarda la salute, invece, chi è dell’Acquario non ha molta resistenza fisica e, dal punto di vista anatomico, è legato alle caviglie (spesso combatte con storte e distorsioni) e alla circolazione sanguigna.

Acquario: le affinità con gli altri segni dello Zodiaco

Confrontando le caratteristiche dei vari segni zodiacali, è possibile stabilire le affinità che ne determinano le relazioni. L’Acquario, essendo un segno d’aria, è tendenzialmente compatibile con i segni che appartengono allo stesso elemento, Gemelli e Bilancia; mentre col Toro, lo Scorpione e il Leone condivide lo stesso carattere (forte e deciso) nonché la voglia di far valere le proprie posizioni. Buona l’affinità anche col Capricorno e i Pesci, un po’ meno con l’Ariete, il Cancro, il Sagittario e la Vergine. Decisamente positiva, infine, l’affinità tra Acquario e Acquario: a dispetto di qualche screzio dovuto a caratteristiche simili, i due segni uguali sono compatibili, sia nelle relazioni amorose che in quelle lavorative (nelle quali l’intesa è ottima anche con il Leone).

L’Acquario nella mitologia: il mito di Efesto

Sia l’origine che il significato dei segni zodiacali si legano spesso a miti o ad antiche tradizioni: oltre al mito di Deucalione e di Ganimede, il segno dell’Acquario è legato anche a Efesto, il figlio rifiutato da Era, esiliato sulla Terra per la sua deformità. Salvato dalle Ninfe, Efesto si fa apprezzare per l’inventiva e per la manualità, suscitando l’interesse di Venere che lo tradisce però con Marte. Per coglierli in flagrante, quindi, Efesto costruisce un marchingegno che intrappola i due nel loro stesso giaciglio, ma gli Dèi, decisi ad intercedere a favore degli amanti, rimangono affascinati dalle capacità invettive di Efesto, e lo accolgono, benché orrendo e deforme, tra i bellissimi dell’Olimpo. Il mito di Efesto, dunque, sgraziato ma non grandi qualità, simboleggia l’invettiva e l’abilità che caratterizzano i nati sotto il segno dell’Acquario.

Il segno zodiacale dell’Acquario: caratteristiche generali

Il suo colore è il blu, perché rappresenta la spiritualità di questo segno, mentre la pietra portafortuna è lo zaffiro. Il metallo è lo zinco o l’argento, l’animale è il gabbiano e il giorno favorevole è il sabato, in onore, ovviamente, di Saturno.