Le migliori facoltà di Ingegneria Civile secondo il Censis

Quali sono le migliori facoltà di Ingegneria civile in Italia? In questo focus le scopriremo grazie alla classifica Censis 2015 e agli approfondimenti statistici forniti da Almaurea.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 27 aprile 2016

Le migliori facoltà di Ingegneria Civile secondo il Censis

Quali sono le migliori facoltà di Ingegneria Civile in Italia? Per ottenere un quadro informativo esaustivo di questo spaccato universitario, è fondamentale esaminare diversi parametri. A tal proposito, Censis ha redatto la classifica delle facoltà più virtuose, valutando non soltanto le dimensioni dei singoli atenei, ma anche e soprattutto altri due parametri: i progetti di ricerca e la produttività scientifica.

Almalaurea invece è entrata nel dettaglio, mettendo sotto la lente di ingrandimento ogni singolo ateneo e creando un quadro informativo completo: mette in luce, ad esempio, il tasso di occupazione dei neolaureati, le percentuali di impiego suddivise per settore, le possibilità di guadagno e le inevitabili distanze esistenti tra gli stipendi maschili e femminili.

In questo focus, andremo dapprima a elencare le 10 migliori Facoltà di Ingegneria Civile in Italia, secondo la classifica Censis 2015, poi entreremo nel dettaglio di ognuna, grazie al prospetto informativo offerto da Almalaurea.

Il piano di studi e gli sbocchi

Chi consegue una laurea in Ingegneria Civile si troverà a lavorare a stretto contatto con gli architetti, principalmente nell’edilizia geotecnica, ovvero costruendo vie di traffico (strade, linee ferroviarie, ecc.), ponti, gallerie e canali, impianti di depurazione, dighe di sbarramento e centrali elettriche, discariche e impianti di smaltimento dei rifiuti, di edifici industriali e molto altro ancora. E’ possibile trovare lavoro all’interno di studi di progettazione e di architettura, in studi di ingegneria, oppure negli enti pubblici, nei dipartimenti delle costruzioni. Infine si può optare per la strada della ricerca e dello sviluppo.

Classifica delle Università italiane di Ingegneria Civile


01) Trento

La Facoltà di Ingegneria Civile di Trento è la migliore d’Italia, secondo la classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 110,0 per i progetti di ricerca e 93,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 101,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è del 30,5% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che lievita sino al 73,8% per chi ha ottenuto una laurea magistrale. Più dell’80% dei neolaureati ha trovato un impiego nel settore privato, indipendentemente dal livello. In termini di guadagno, il percepito dalle donne con laurea di primo livello, è leggermente superiore a quello degli uomini, tuttavia la situazione si capovolge in caso di laurea magistrale.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
222
\\
97
Età media laurea
24,4
\\
27,1
Voto medio laurea
95,4
\\
103,5
Durata media laurea
5,0
\\
3,3
Tasso occupazione
30,5%
\\
73,8%
Tasso nazionale
31,0%
\\
84,5%
Lavoro pubblico
8,1%
\\
11,3%
Lavoro privato
85,5%
\\
87,1%
Lavoro non profit
4,8%
\\
1,6%
Guadagno uomini
861
\\
1.326
Guadagno donne
890
\\
1029


02) Salerno

La Facoltà di Ingegneria Civile di Salerno conquista il secondo posto della classifica Censis con un punteggio di 99,0 per i progetti di ricerca e 101,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 100,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Ingegneria Civile, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è solo del 12,7% in caso di laurea di primo livello, percentuale che si accresce sino al 40,6% per chi ha ottenuto una laurea magistrale. Il 100% di coloro che hanno conseguito una laurea magistrale ha trovato lavoro nel settore privato. Solo il 14,3% di chi ha una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore pubblico. In termini di guadagno, il percepito delle donne è pari a un rimborso spese, oltre a essere inferiore a quello maschile, in tutti i casi.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
67
\\
38
Età media laurea
26,2
\\
27,3
Voto medio laurea
97,6
\\
111,2
Durata media laurea
6,5
\\
3,8
Tasso occupazione
12,7%
\\
40,6%
Tasso nazionale
16,4%
\\
65,6%
Lavoro pubblico
14,3%
\\
0,0%
Lavoro privato
85,7%
\\
100%
Lavoro non profit
0,0%
\\
0,0%
Guadagno uomini
888
\\
638
Guadagno donne
200
\\
513


03) Sannio

La facoltà di Ingegneria Civile di Sannio si colloca al terzo posto della classifica Censis con un punteggio di 91,0 per i progetti di ricerca e 106,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 98,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti alla Facoltà di Ingegneria, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è del 27% per chi ha ottenuto una laurea di primo livello, percentuale che sale al 53,5% per chi ha una laurea magistrale. Solo il 5% degli aventi una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore pubblico, mentre la grande maggioranza dei neolaureati ha trovato un impiego nel settore privato. Tra gli stipendi, spicca il percepito delle donne con laurea magistrale, nettamente superiore a quello maschile.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
85
\\
48
Età media laurea
26,4
\\
28,8
Voto medio laurea
99,6
\\
109,0
Durata media laurea
6,9
\\
3,8
Tasso occupazione
27,0%
\\
53,5%
Tasso nazionale
28,4%
\\
69,8%
Lavoro pubblico
5,0%
\\
13,0%
Lavoro privato
95,0%
\\
82,6%
Lavoro non profit
0,0%
\\
0,0%
Guadagno uomini
784
\\
995
Guadagno donne
855
\\
1834


04) Pavia

La Facoltà di Ingegneria Civile di Pavia si colloca al quarto posto della classifica Censis, con un punteggio di 108,0 per i progetti di ricerca e 88,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 98,0. Purtroppo i dati statistici nel dettaglio non sono presenti perché l’Ateneo di Pavia si è consorziato ad Almalaurea, nel maggio del 2015. Il primo rapporto ufficiale sarà dunque disponibile a partire dal prossimo anno.


5) Padova

La Facoltà di Ingegneria Civile di Padova si colloca al quinto posto, nella classifica Censis, con un punteggio di 93,0 per i progetti di ricerca e 102,0 per la produttività scientifica con un voto medio di 97,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale, relativi all’anno 2014, a un anno di distanza della laurea, il tasso di occupazione è pari al 28,7% per chi ha ottenuto una laurea di primo livello, percentuale che lievita al 60,5% per chi ha una laurea magistrale. Solo il 2,4% degli aventi una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore pubblico, mentre la grande maggioranza dei neolaureati ha trovato un impiego nel settore privato. Lo stipendio percepito dalle donne con laurea di primo livello è superiore a quello degli uomini, situazione che si capovolge in caso di laurea magistrale.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
167
\\
140
Età media laurea
23,4
\\
26,5
Voto medio laurea
94,2
\\
103,1
Durata media laurea
4,0
\\
2,9
Tasso occupazione
28,7%
\\
60,5%
Tasso nazionale
31,5%
\\
74,8%
Lavoro pubblico
2,4%
\\
12,5%
Lavoro privato
92,7%
\\
87,5%
Lavoro non profit
4,9%
\\
0,0%
Guadagno uomini
493
\\
1.121
Guadagno donne
593
\\
882


06) Perugia

La Facoltà di Ingegneria Civile di Perugia, si colloca al sesto posto della classifica Censis con un punteggio di 101,0 per i progetti di ricerca e 90,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 95,5. In base ai dati forniti da Almalaurea, riferiti alla Facoltà di Ingegneria, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 20,8% per chi possiede una laurea di primo livello, percentuale che cresce sino al 58,0% in caso di laurea magistrale. Più del 90% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, il percepito delle donne è sempre drasticamente inferiore a quello dei colleghi uomini.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
276
\\
189
Età media laurea
24,7
\\
27,2
Voto medio laurea
95,1
\\
106,5
Durata media laurea
5,2
\\
3,2
Tasso occupazione
20,8%
\\
58,0%
Tasso nazionale
20,8%
\\
79,3%
Lavoro pubblico
3,7%
\\
5,9%
Lavoro privato
94,4%
\\
93,1%
Lavoro non profit
1,9%
\\
1,0%
Guadagno uomini
774
\\
1123
Guadagno donne
492
\\
607


07) Cassino

La Facoltà di Ingegneria Civile di Cassino si colloca al settimo posto della classifica Censis, con un punteggio di 102,0 per i progetti di ricerca e 88,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 95,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti alla Facoltà di Ingegneria, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è solo del 13,6% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale lievita vorticosamente al 48,1% per chi ha conseguito una laurea magistrale. Meno del 5% degli aventi una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore pubblico, mentre la larga maggioranza dei neolaureati ha trovato lavoro nel settore privato. In termini di guadagno, gli stipendi percepiti dalle donne sono nettamente inferiori a quelli dei colleghi uomini.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
173
\\
120
Età media laurea
24,6
\\
27,2
Voto medio laurea
98,6
\\
108,7
Durata media laurea
5,2
\\
3,1
Tasso occupazione
13,6%
\\
48,1%
Tasso nazionale
17,5%
\\
71,3%
Lavoro pubblico
4,8%
\\
7,7%
Lavoro privato
95,2%
\\
92,3%
Lavoro non profit
0,0%
\\
0,0%
Guadagno uomini
918
\\
1.296
Guadagno donne
425
\\
905


08) Trieste

La Facoltà di Ingegneria Civile di Trieste si colloca all’ottavo posto della classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 77,0 per i progetti di ricerca e 108,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 92,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Ingegneria e Architettura, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 28,8% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale sale al 74,7% per chi ha ottenuto una laurea magistrale. La quasi totalità dei neolaureati ha trovato lavoro nel settore privato, mentre una piccola percentuale pari al 5,7% degli aventi una laurea di primo livello ha trovato impiego nel settore no profit. In termini di guadagno, il percepito delle donne è nettamente inferiore a quello degli uomini e nel caso di laurea di primo livello si tratta di un mero rimborso spese.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
201
\\
188
Età media laurea
25,2
\\
27,1
Voto medio laurea
96,4
\\
108,5
Durata media laurea
5,2
\\
3,3
Tasso occupazione
28,8%
\\
74,7%
Tasso nazionale
31,0%
\\
85,4%
Lavoro pubblico
9,4%
\\
7,5%
Lavoro privato
84,9%
\\
91,7%
Lavoro non profit
5,7%
\\
0,8%
Guadagno uomini
992
\\
1.366
Guadagno donne
385
\\
1.143


09) Bologna

La Facoltà di Ingegneria Civile di Bologna si colloca al nono posto della classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 91,0 per i progetti di ricerca e 92,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 91,5. Secondo i dati forniti da Almalaurea, riferiti alla Scuola di Ingegneria e Architettura, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 26,7% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale cresce sino al 70,4% per chi ha ottenuto una laurea magistrale. Più del 90% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, lo stipendio delle donne è in tutti i casi nettamente inferiore a quello dei colleghi uomini.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
980
\\
779
Età media laurea
23,9
\\
26,4
Voto medio laurea
96,1
\\
105,5
Durata media laurea
4,4
\\
3,0
Tasso occupazione
26,7%
\\
70,4%
Tasso nazionale
29,8%
\\
87,2%
Lavoro pubblico
4,3%
\\
6,6%
Lavoro privato
91,7%
\\
92,6%
Lavoro non profit
3,9%
\\
0,6%
Guadagno uomini
898
\\
1346
Guadagno donne
571
\\
1255


10) Calabria

La Facoltà di Ingegneria Civile di Calabria conquista il decimo posto della classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 71,0 per i progetti di ricerca e 110,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 90,5. I dati Almalaurea, relativi all’ateneo calabrese, non sono purtroppo disponibili.