Le migliori facoltà di Scienze Biologiche secondo il Censis

Quali sono le migliori facoltà di Scienze Biologiche in Italia? In questo focus le scopriremo grazie alla classifica Censis 2015 e agli approfondimenti Almaurea.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 11 aprile 2016

Le migliori facoltà di Scienze Biologiche secondo il Censis

Quali sono le migliori facoltà di Scienze Biologiche in Italia? Se si vuole ottenere un quadro completo e dettagliato, è fondamentale prendere in considerazione diversi parametri. Censis ha redatto la classifica delle facoltà più virtuose, considerando le dimensioni dei singoli atenei e tenendo anche conto di altri due fondamentali parametri: i progetti di ricerca e la produttività scientifica.

Almalaurea si è invece occupata di analizzare nel dettaglio i dati più specifici di ogni singolo ateneo, dando vita a un quadro informativo completo: evidenzia, ad esempio, il tasso di occupazione degli studenti, le percentuali di impiego suddivise per settore pubblico, privato e no profit, infine mette in luce le differenti possibilità di guadagno per i neolaureati donna e uomo.

In questo focus andremo quindi a illustrare le 10 migliori Facoltà di Scienze Biologiche, secondo la classifica Censis 2015, facendo riferimento nello specifico alle Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, e corredandole del relativo quadro informativo offerto da Almalaurea.

Il piano di studi e gli sbocchi

Chi consegue una laurea in Scienze Biologiche, nel corso della sua vita professionale potrà occupasi di molteplici attività in diversi ambiti, in base al tipo di specializzazione: botanica (specie vegetali), zoologia (specie animali), antropologia (sviluppo della specie umana), microbiologia (microrganismi) e genetica (geni e ereditarieta). Sarà in grado di svolgere, in completa autonomia, procedure analitico-strumentali connesse alle indagini biologiche, procedure tecnico-analitiche in ambito chimico-fisico, biologico e di controllo in ambito ambientale e alimentare, nondimeno procedure di controllo di qualità. I principali sbocchi occupazionali sono presso le Università ed Enti di Ricerca; i laboratori di analisi, controllo qualità, tossicologia di prodotti alimentari, tossicologia ambientale, protezione ambientale, biotecnologie in campo biomedico, agroalimentare, zootecnico, vivaistico; presso il servizio sanitario pubblico e laboratori bio-analitici privati. Può anche scegliere la strada del libero professionista in ambienti lavorativi che richiedono conoscenze nei vari settori della biologia, come l’industria farmaceutica, biochimica e alimentare. Esiste l’opportunità di occuparsi di studi di comunicazione, divulgazione e informazione scientifica, editoria scientifica e traduzioni in ambito biologico. Infine, questa laurea offre opportunità occupazionali anche presso istituzioni preposte alla tutela dei beni culturali, parchi, musei, orti botanici, enti di monitoraggio biologico o biochimico e d’impatto ambientale.


Classifica delle Università italiane di Scienze Biologiche


01) Milano

La Facoltà di Scienze Biologiche di Milano è la migliore d’Italia secondo la classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 102,0 per i progetti di ricerca e 110,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 106,0. I dati Almalaurea, relativi a questo ateneo, non sono purtroppo disponibili.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
\\
\\
\\
Età media laurea
\\
\\
\\
Voto medio laurea
\\
\\
\\
Durata media laurea
\\
\\
\\
Tasso occupazione
\\
\\
\\
Tasso nazionale
\\
\\
\\
Lavoro pubblico
\\
\\
\\
Lavoro privato
\\
\\
\\
Lavoro non profit
\\
\\
\\
Guadagno uomini
\\
\\
\\
Guadagno donne
\\
\\
\\


02) Torino

La Facoltà di Scienze Biologiche di Torino conquista il secondo posto della classifica Censis con un punteggio di 106,0 per i progetti di ricerca e 104,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 105,0. Secondo i dati prodotti da Almalaurea, relativi all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 25,6% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che si raddoppia in caso di laurea magistrale. Solo il 12% di chi ha ottenuto una laurea magistrale ha trovato impiego nel settore pubblico, mentre il 60% di chi ha una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore privato. Gli stipendi ottenuti dagli uomini sono estremamente bassi, il percepito delle donne è leggermente superiore, ma rimane in ogni caso un guadagno esiguo.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
45
\\
53
Età media laurea
24,5
\\
27,2
Voto medio laurea
95,3
\\
106,3
Durata media laurea
5,0
\\
2,9
Tasso occupazione
25,6%
\\
51,0%
Tasso nazionale
28,2%
\\
75,5%
Lavoro pubblico
30,0%
\\
12,0%
Lavoro privato
60,0%
\\
80,0%
Lavoro non profit
10,0%
\\
8,0%
Guadagno uomini
390
\\
730
Guadagno donne
457
\\
815


03) Foggia

La Facoltà di Scienze Biologiche di Foggia si colloca in terza posizione secondo la classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 107,0 per i progetti di ricerca e 95,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 101,0. I dati Almalaurea relativi a questo ateneo non sono purtroppo disponibili.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
\\
\\
\\
Età media laurea
\\
\\
\\
Voto medio laurea
\\
\\
\\
Durata media laurea
\\
\\
\\
Tasso occupazione
\\
\\
\\
Tasso nazionale
\\
\\
\\
Lavoro pubblico
\\
\\
\\
Lavoro privato
\\
\\
\\
Lavoro non profit
\\
\\
\\
Guadagno uomini
\\
\\
\\
Guadagno donne
\\
\\
\\


04) Genova

La Facoltà di Scienze Biologiche di Genova si colloca al quarto posto della classifica Censis, ex equo con Roma Tre. Ha ottenuto un punteggio di 90,0 per i progetti di ricerca e 110,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 100,0. In base alla statistica Almalaurea, relativa all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 31,8% per chi ha ottenuto una laurea di primo livello, mentre diventa del 50% per chi ha una laurea magistrale. in tema di occupazione, nessuno con laurea di primo livello ha trovato impiego nel settore pubblico, con una laurea magistrale la percentuale sale di poco, raggiungendo il 12%. In tema di possibilità di guadagno, gli importi risultano esigui, indistintamente per gli uomini e per le donne.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
51
\\
34
Età media laurea
26,3
\\
27,0
Voto medio laurea
103,5
\\
108,4
Durata media laurea
6,2
\\
2,9
Tasso occupazione
31,8%
\\
50,0%
Tasso nazionale
38,6%
\\
65,6%
Lavoro pubblico
0,0%
\\
12,5%
Lavoro privato
92,9%
\\
75,0%
Lavoro non profit
7,1%
\\
12,5%
Guadagno uomini
779
\\
834
Guadagno donne
754
\\
868


4) Roma Tre

La Facoltà di Scienze Biologiche di Roma Tre si colloca al quarto posto, nella classifica Censis, ex equo con Genova. Ha ottenuto un punteggio di 90,0 per i progetti di ricerca e 110,0 per la produttività scientifica con un voto medio di 100,0. Secondo i dati Almalaurea relativi all’anno 2014, a un anno di distanza dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione si assesta intorno al 33,3% per chi ha una laurea di primo livello e diventa del 37,8% per chi ha una laurea magistrale. In termini di occupazione, più dell’80% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato lavoro nel settore privato. Gli stipendi percepiti dagli uomini con laurea di primo livello sono inferiori a quelli percepiti dalle colleghe donne.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
55
\\
54
Età media laurea
25,7
\\
27,9
Voto medio laurea
102,6
\\
110,6
Durata media laurea
6,0
\\
2,9
Tasso occupazione
33,3%
\\
37,8%
Tasso nazionale
35,6%
\\
64,4%
Lavoro pubblico
6,7%
\\
11,8%
Lavoro privato
86,7%
\\
82,4%
Lavoro non profit
6,7%
\\
5,9%
Guadagno uomini
525
\\
983
Guadagno donne
689
\\
890


06) Padova

La Facoltà di Scienze Biologiche di Padova, conquista il sesto posto della classifica Censis con un punteggio di 96,0 per i progetti di ricerca e 103,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 99,5. Secondo la statistica Almalaurea, relativa all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 42,9% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che cala lievemente in caso di laurea magistrale. La quasi totalità dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato impiego nel settore privato, la restante parte nel settore no profit. Gli stipendi percepiti in caso di laurea di primo livello sono estremamente bassi, mentre nel caso di laurea magistrale, il guadagno degli uomini è nettamente superiore a quello delle colleghe donne.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
24
\\
12
Età media laurea
23,9
\\
26,6
Voto medio laurea
92,8
\\
104,8
Durata media laurea
4,2
\\
2,6
Tasso occupazione
42,9%
\\
36,4%
Tasso nazionale
42,9%
\\
81,8%
Lavoro pubblico
0,0%
\\
0,0%
Lavoro privato
88,9%
\\
100,0%
Lavoro non profit
11,1%
\\
0,0%
Guadagno uomini
200
\\
1.126
Guadagno donne
391
\\
288


07) Trieste

La Facoltà di Scienze Biologiche di Trieste si colloca al settimo posto della classifica Censis, con un punteggio di 101,0 per i progetti di ricerca e 96,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 98,5. Secondo la statistica Almalaurea, relativa all’anno 2013, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 16% per chi ha una laurea i primo livello, percentuale che lievita al 42,5% per chi ha ottenuto una laurea magistrale. Soltanto il 12% dei neolaureati ha trovato impiego nel settore pubblico, mentre l’80% di chi ha una laurea magistrale ha trovato lavoro nel settore privato. In tema di possibilità di guadagno, in caso di laurea di primo livello, il percepito degli uomini è inferiore a quello delle donne, ma la situazione si capovolge in presenza di laurea magistrale.

Anno 2013 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
117
\\
92
Età media laurea
23,9
\\
25,6
Voto medio laurea
100,0
\\
110,3
Durata media laurea
4,1
\\
2,3
Tasso occupazione
16,0%
\\
42,5%
Tasso nazionale
17,0%
\\
78,1%
Lavoro pubblico
12,5%
\\
12,9%
Lavoro privato
62,5%
\\
80,6%
Lavoro non profit
25,0%
\\
6,5%
Guadagno uomini
538
\\
1.026
Guadagno donne
650
\\
934


08) Ferrara

La Facoltà di Scienze Biologiche di Ferrara si colloca all’ottavo posto della classifica Censis. L’ateneo ha ottenuto un punteggio di 100,0 per i progetti di ricerca e 96,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 98,0. Secondo i dati Almalaurea, relativi all’anno 2013, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 28,9% per chi ha un laurea di primo livello e diventa del 39,1% in caso di laurea magistrale. Il 92,3% di chi ha ottenuto una laurea di primo livello ha trovato un impiego nel settore privato, percentuale che si assesta al 68,0% per chi ha una laurea magistrale. In termini di guadagno, gli uomini con laurea di primo livello percepiscono uno stipendio nettamente superiore a quello delle donne, ma la situazione si capovolge in caso di laurea magistrale.

Anno 2013 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
48
\\
69
Età media laurea
23,8
\\
26,9
Voto medio laurea
100,2
\\
106,9
Durata media laurea
4,3
\\
2,7
Tasso occupazione
28,9%
\\
39,1%
Tasso nazionale
31,1%
\\
62,5%
Lavoro pubblico
7,7%
\\
32,0%
Lavoro privato
92,3%
\\
68,0%
Lavoro non profit
0,0%
\\
0,0%
Guadagno uomini
754
\\
846
Guadagno donne
425
\\
977


09) Milano Bicocca

La Facoltà di Scienze Biologiche di Milano Bicocca si posiziona al nono posto della classifica Censis, ex equo con Roma Tor Vergata. Ha ottenuto un punteggio di 95,0 per i progetti di ricerca e 100,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 97,5. I dati Almalaurea, relativi a questo ateneo, non sono purtroppo disponibili.

Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
\\
\\
\\
Età media laurea
\\
\\
\\
Voto medio laurea
\\
\\
\\
Durata media laurea
\\
\\
\\
Tasso occupazione
\\
\\
\\
Tasso nazionale
\\
\\
\\
Lavoro pubblico
\\
\\
\\
Lavoro privato
\\
\\
\\
Lavoro non profit
\\
\\
\\
Guadagno uomini
\\
\\
\\
Guadagno donne
\\
\\
\\


9) Roma Tor Vergata

La Facoltà di Scienze Biologiche di Roma Tor Vergata si trova al nono posto della classifica Censis ex equo con Milano Bicocca. Ha ottenuto un punteggio di 93,0 per i progetti di ricerca e 102,0 per la produttività scientifica, con un voto medio di 97,5. Secondo la statistica Almalaurea, relativa all’anno 2014, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione si assesta intorno al 23%, sia per chi ha una laurea di primo livello, sia per chi ha una laurea magistrale. Soltanto il 5,6% di chi ha ottenuto una laurea di primo livello, ha trovato lavoro nel settore pubblico, la maggior parte degli impieghi infatti è registrato nel settore privato. In tema di guadagni, in tutti i casi, gli importi degli stipendi rimangono sotto i mille euro e sia che si tratti di laurea di primo livello o laurea magistrale, il percepito delle donne rimane inferiore a quello dei colleghi uomini.

Anno 2014 / Dopo 1 anno dalla laurea
Laurea di primo livello
Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
Laurea specialistica / magistrale
Numero laureati
192
\\
128
Età media laurea
24,3
\\
26,7
Voto medio laurea
100,3
\\
110,9
Durata media laurea
4,8
\\
2,7
Tasso occupazione
22,9%
\\
23,6%
Tasso nazionale
24,8%
\\
58,5%
Lavoro pubblico
5,6%
\\
32,0%
Lavoro privato
91,7%
\\
64,0%
Lavoro non profit
2,8%
\\
4,0%
Guadagno uomini
565
\\
926
Guadagno donne
468
\\
925