Incidente con lo slittino, dopo 40 giorni muore la mamma della piccola Emily

La donna, con la figlia di 8 anni, aveva imboccato per errore una pista nera con lo slittino, finendo contro un albero ad alta velocità: la piccola era morta sul colpo

Pubblicato da Lorena Cacace Giovedì 14 febbraio 2019

Incidente con lo slittino, dopo 40 giorni muore la mamma della piccola Emily
L'impianto sciistico Alto Adige dove è avvenuta la tragediaANSA/WEB.-WWW.RITTEN.COM

Non ce l’ha fatta Renata Dyakowska, madre di Emily Formisano, la bimba di otto anni morta il 4 gennaio per un incidente con lo slittino sulle piste del Corno del Renon, in Alto Adige. La donna, 38 anni, reggiana di origine polacca, è morta nella mattina di giovedì 14 febbraio all’ospedale di Modena 40 giorni dopo la scomparsa della figlia. La mamma della bimba era stata stata trasferita a fine gennaio nella terapia intensiva del Policlinico di Modena, per riavvicinarsi a casa e per le specifiche competenze del reparto nel trattare le patologie che aveva riportato. Nonostante gli sforzi messi in campo dai medici e le terapie, sue condizioni non sono mai migliorate ed è morta dopo 40 giorni di agonia.

Il 4 gennaio scorso, sulle piste da sci del Corno del Renon nelle Alpi sarentine in Alto Adige, si era consumata la tragedia. La famiglia di Emily era in vacanza sulla neve e quella mattina il papà era sulle piste e stava aspettando moglie e figlia che sarebbero dovute scendere con lo slittino e che invece, per errore, erano finite in una pista nera, vietata agli slittini e in genere a chi non è più che abile con gli sci.

Qui la slitta aveva preso una fortissima velocità a causa della pendenza, finendo per schiantarsi contro un albero: Emily, 8 anni, era morta sul colpo mentre la madre aveva riportato numerosi traumi.

L’incidente aveva scatenato molte polemiche perché il cartello che indicava la pista nera e su cui era scritto il divieto di accesso per gli slittini, era scritto solo in tedesco.