Scampato al naufragio della Concordia, muore a 19 anni in un incidente stradale

Il 19enne, portiere ex Cagliari, Sant'Elena e Muravera, è deceduto in un incidente stradale mentre si trovava in auto con lo zio: inutili i soccorsi, il giovane è deceduto in ambulanza

Pubblicato da Lorena Cacace Martedì 22 gennaio 2019

Scampato al naufragio della Concordia, muore a 19 anni in un incidente stradale
Il 19enne in una foto del profilo Facebook in sua memoria/Facebook

Era scampato al naufragio della Concordia, ora Marco Cogoni, 19 anni, è morto in un incidente stradale a Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari. Amante del calcio e dei colori rossoblù, il 19enne era un portiere e aveva militato nelle giovanili del Cagliari, Sant’Elena e Muravera. Stando alla ricostruzione degli inquirenti, domenica 20 gennaio il giovane era in auto con lo zio, che guidava, quando l’auto è sbandata in curva finendo su un rettilineo in via dell’Autonomia. Il ragazzo ha sbattuto la testa sull’abitacolo, morendo poco dopo sull’ambulanza del 118.

Gli inquirenti sono al lavoro per accertare le dinamiche dell’incidente: lo zio, rimasto illeso, è ancora sotto choc. La famiglia del giovane è ora distrutta dal dolore: nel 2016 morì un cuginetto di 11 anni, battendo la testa sul campo da calcio mentre faceva la rovesciata.

Marco era scampato alla morte a bordo della Costa Concordia sette anni fa: oggi l’intera comunità di Quartu e dei paesi limitrofi piange la sua scomparsa prematura. I funerali si terranno nella basilica di Sant’Elena, mercoledì prossimo alle 15.