Federico morto a 15 anni per la meningite: ‘Pensavamo fosse influenza’

'Spero che la morte di Federico non sia vana e che i genitori ascoltino i consigli dei medici anche relativamente alle vaccinazioni non obbligatorie’, ha dichiarato la madre

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 16 gennaio 2019

Federico morto a 15 anni per la meningite: ‘Pensavamo fosse influenza’
Foto: Ansa

Federico Galluccio se n’è andato a soli 15 anni per colpa di una meningite batterica. Il ragazzo era stato ricoverato lunedì. I genitori inizialmente avevano pensato a un’influenza. La sera prima era uscito con gli amici, poi nella notte gli era salita la febbre ed erano improvvisamente comparse delle macchie sul suo corpo. Il giovane non era vaccinato. Ora la madre è stravolta dal dolore e ha dichiarato: ‘Spero che altri genitori ascoltino i consigli dei medici’.

Mamma Valeria ha raccontato in un’intervista a Il Messaggero che il suo era un ragazzo pieno di vita e passioni. Era anche molto bravo negli studi: stava frequentando con profitto l’istituto alberghiero Amerigo Vespucci. Tra pochi giorni avrebbe compiuto 16 anni, ma il destino ha voluto che non ci arrivasse.

‘Domenica era uscito con gli amici e aveva trascorso la serata in pizzeria’. Tutto sembrava normale, poi all’improvviso nella notte Federico ha iniziato a stare male. Aveva febbre alta e vomito, poi sono comparse le macchie.

Niente sembrava dargli sollievo. A quel punto la decisione di portarlo al pronto soccorso: ‘Eravamo spaventati e non abbiamo aspettato l’ambulanza: l’abbiamo portato noi’.

Non appena sono arrivati al Policlinico Umberto I di Roma, il 15enne è stato immediatamente ricoverato. Dopo alcuni accertamenti, la terribile diagnosi: meningite batterica.

La madre ha spiegato che il ragazzo era stato vaccinato sempre da piccolo, ma da quando era cresciuto non aveva più pensato alle altre vaccinazioni consigliate. Per tutti i giovani nati nel 2003 come Federico, il vaccino contro la meningite è infatti caldamente consigliato, ma non ancora obbligatorio.

‘Spero che la morte di Federico non sia vana e che i genitori ascoltino i consigli dei medici anche relativamente alle vaccinazioni non obbligatorie’, ha concluso la donna straziata dal dolore.