Addio a Teresa Calvano: aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro sulla pagina Facebook ‘Anime belle’

ASCOLTA L'ARTICOLO

Il suo sorriso luminoso nonostante le sofferenze e le preoccupazioni date dalla malattia è rimasto granitico fino alla fine e rimarrà indelebile nella memoria di chi l'ha conosciuta

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 11 gennaio 2019

Addio a Teresa Calvano: aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro sulla pagina Facebook ‘Anime belle’
Foto: Facebook

Teresa Calvano se n’è andata. Ha perso contro l’acerrimo nemico che da tempo viveva dentro di lei. Aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro sulla pagina Faceook ‘Anime belle’. Il suo sorriso luminoso nonostante le sofferenze e le preoccupazioni date dalla malattia è rimasto granitico fino alla fine e rimarrà indelebile nella memoria di chi l’ha conosciuta. 

Sulla pagina Facebook ‘Anime belle’, Teresa Calvano aveva condiviso con i suoi follower i momenti migliori, ma anche quelli più duri, perché la malattia va raccontata nella sua interezza, non soltanto nei momenti in cui si ‘ha la meglio sul nemico’.

‘TAC accettabile quindi anche per me sarà un sereno Natale nonostante tutto. Insomma nonostante tutto sono felice..per come si erano messe le cose sono stata fortunata..come dicono i miei dottori…sono un miracolo!,  scriveva il mese scorso.

Poi le foto di Natale e di Capodanno: ‘Non sto benissimo…ma mi sono detta perché non sistemarmi per le feste? Un po’ di trucco ..un look più colorato e il gioco è fatto! Non voglio elencare le cose del passato..perché spero in un futuro migliore è voglio solo stare più tempo possibile su questa terra ..questa vita l’amo ASSAI’.

Animeeee😍Volevo augurarvi un buon fine anno ..e un buon inizio!💗🙌Che dire io sono al settimo cielo ..perché ?Perché…

Pubblicato da Anime Belle di Teresa Calvano #FuckCancer su Lunedì 31 dicembre 2018

Teresa era un vulcano, aveva anche saputo sfruttare gli aspetti peggiori della malattia in maniera creativa: realizzava meravigliosi turbanti colorati, che poi vendeva. Con il ricavato sosteneva l’associazione ‘Onda d’urto’.

La malattia ha avuto la meglio sul suo corpo, ma il ricordo di lei rimarrà in eterno in chi le è stato a fianco e in coloro che l’hanno ‘soltanto’ conosciuta sui social.

LEGGI ANCHE: Nadia Toffa: ‘Combatto il cancro con tutta me stessa ma non è detto che vinca’