Monza, uomo perde la mano sul lavoro: l’equipe dell’ospedale San Gerardo ricuce l’arto e lo salva

'L'operazione è andata bene. La prognosi è favorevole per un buon recupero della funzionalità della mano', ha spiegato il dottor Delle Femmine.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 29 novembre 2018

Monza, uomo perde la mano sul lavoro: l’equipe dell’ospedale San Gerardo ricuce l’arto e lo salva
Foto: Ansa

Un uomo è stato trasportato con la massima urgenza in elisoccorso, all’ospedale San Gerardo di Monza: a causa di un infortunio sul lavoro aveva una mano amputata. L’incidente è avvenuto lunedì 26 novembre a Bedizzole, nel Bresciano. Le condizioni del lavoratore sono apparse subito disperate, ma grazie all’equipe dell’unità operativa di Chirurgia plastica e chirurgia della mano, diretta dal dottor Massimo Del Bene, il paziente è stato salvato e l’arto è stato ricucito con successo.

A rendere nota la vicenda, lo stesso San Gerardo. L’uomo, quando è arrivato al pronto soccorso, è stato subito trasportato in sala operatoria. I dottori Pietro Delle Femmine e Daniele Tosi sono stati i protagonisti del delicato intervento durato 3 ore.

Eccezionale operazione all’ospedale San Gerardo di Monza. I medici sono riusciti a riattaccare la mano a un uomo che aveva subito un infortunio sul lavoro.

Pubblicato da Amici Ospedale San Gerardo Monza Mb su Giovedì 29 novembre 2018

‘L’operazione è andata bene, la mano stamattina era ben vascolarizzata, sono stati ripristinati tutti i tessuti danneggiati. La prognosi è favorevole per un buon recupero della funzionalità della mano’, ha spiegato il dottor Delle Femmine.

‘Interventi complessi, delicati e di successo come questi portano il San Gerardo alla ribalta della cronaca, mettendo in luce i nostri professionisti che ogni giorno operano con competenza senza clamore. Grazie ai nostri chirurghi questo paziente potrà tornare ad una vita normale e al suo lavoro’, ha aggiunto il direttore generale della Asst di Monza, Matteo Stocco.

I numeri dell’Ospedale San Gerardo

Sono stati oltre 800 i pazienti operati in urgenza, negli ultimi due anni, dall’Unità operativa di Chirurgia plastica e chirurgia della mano del San Gerardo. A livello regionale, la struttura si configura come centro di secondo livello di alta specializzazione per le urgenze della mano.