Alessia Atania muore a 11 anni per tumore nella Terra dei Fuochi

È arrivata improvvisamente la notizia della morte del undicenne Alessia Atania colpita dal cancro nella Terra dei Fuochi, ennesimo lutto nella città di Acerra.

Pubblicato da Diego Barbera Lunedì 19 novembre 2018

Alessia Atania muore a 11 anni per tumore nella Terra dei Fuochi
Da Facebook

Non ce l’ha fatta la piccola Alessia Atania, scomparsa a soli 11 anni per via del cancro. La piccola era originaria di Acerra ed è l’ennesima – questa volta ancora più drammatico vista la tenerissima età – vittima della Terra dei Fuochi e dei numerosi casi di “male del secolo” che hanno colpito questo territorio. Ormai da tempo la minorenne stava lottando contro la malattia, ma purtroppo questa ha avuto la meglio e gli organi di stampa hanno diffuso la triste notizia della dipartita.

I primi a dare la notizia della morte di Alessia Atania sono stati i giornalisti di Edizione Casera che a loro volta hanno ripreso il tam tam partito sui social network dove la bambina era diventata una dei simboli della lotta alla diffusione insostenibile di tumori nella zona della Terra dei Fuochi (15 gli ettari contaminati, secondo le ricerche più recenti). Di recente, un’altra bambina di appena cinque mesi era scomparsa sempre per tumore.

L’ultima festa

Di recente i genitori e i soci della Fondazione Santobono Pausillipon avevano dedicato una festa a sorpresa alla piccola Alessia Atania quando ormai era chiaro che le speranze di sopravvivenza fossero ridotte davvero al lumicino e purtroppo la brutta notizia non è tardata ad arrivare. I social network e non solo le pagine frequentate dagli abitanti di Acerra si stanno nel frattempo riempiendo i messaggi di cordoglio per ricordare questa piccola guerriera che purtroppo è caduta davanti a questo male inarrestabile.

Numerosissimi gli artisti che erano apparsi all’evento organizzato presso la clinica compresi Tony Colombo, Nando Mariano e Franco Ricciardi. E lo stesso Colombo le aveva dedicato una delle sue canzoni più apprezzate in loco ossia “Ti aspetto all’altare”. Il video che era stato ripreso per l’occasione era diventato presto virale. Il funerale sarà tenuto a mezzogiorno domani ad Acerra e siamo sicuri che accorreranno numerosissime persone a omaggiare per l’ultima volta la sfortunata bambina.