Napoli: cercasi donatore di midollo per salvare un bimbo di un anno

Gazebo organizzati in piazza Trieste e Trento a Napoli per cercare un donatore di midollo osseo compatibile con il piccolo Alessandro

Pubblicato da Kati Irrente Martedì 23 ottobre 2018

Napoli: cercasi donatore di midollo per salvare un bimbo di un anno
Foto da Facebook

Alessandro ha solo un anno ed è malato di Linfoistiocitosi Emofagocitica, una rara e grave malattia genetica, che in genere di manifesta solo nello 0,002% della popolazione. Per poter salvare il bambino da morte certa, il prossimo sabato è stato organizzato un appuntamento speciale per trovare un donatore di midollo osseo compatibile. Ecco come fare per poter aiutare Alessandro e la sua famiglia.

Alessandro è malato e cerca un donatore di midollo compatibile dato che finora non lo era nessuno di quelli che si sono proposti.

Il bambino, nato prematuro, a otto mesi e mezzo, si è sentito male mentre si trovava al mare con i genitori, mamma napoletana e padre inglese. Dopo aver notato che la febbre altissima, a 40, non lasciava il piccolo, l’hanno riportato nella città in cui la famiglia risiede, Londra.

Cure con farmaci sperimentali

Proprio lì il bimbo è stato sottoposto a controlli di ogni tipo fino a che si è scoperta la diagnosi di Linfoistiocitosi Emofagocitica. Su di lui i medici stanno usando un farmaco sperimentale, nell’attesa di un trapianto di midollo, che a questo punto è diventato urgente.

Ora l’appello dei genitori di Alessandro ha lo scopo di salvargli la vita. Si cerca un donatore di midollo osseo compatibile con il bimbo malato. Provare ad aiutarlo è semplice, dato che basta un prelievo di saliva per appurare se poter donare il midollo.

Vi prego di venire sabato, dalle 9 alle 19, in Piazza Trieste e Trento. Ci saranno due Gazebi per trovare un possibile donatore, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, per il piccolo Alessandro.

Pubblicato da Iris Savastano su Lunedì 22 ottobre 2018

“Sabato 27 ottobre dalle 9 alle 19 saranno allestiti dei gazebo in piazza Trieste e Trento per trovare un possibile donatore di età compresa tra i 18 e i 35 anni, per il piccolo Alessandro”, spiega su Facebook Iris Savastano, consigliere della Municipalità I.

Non mancate.