Casa di riposo: 92enne costretta a letto con la forza, infermiere assolte

Il nipote aveva deciso di filmare le infermiere che si occupavano di sua nonna, perché aveva iniziato a nutrire qualche dubbio, dopo che l'anziana aveva riportato una frattura alla gamba

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 24 settembre 2018

Casa di riposo: 92enne costretta a letto con la forza, infermiere assolte
Foto: Pixabay

Un’anziana di 92 anni è stata costretta a letto con la forza dalle infermiere che si prendevano cura di lei in una casa di riposo. Come riporta Metro, Jean Robins, di Perth, è stata filmata mentre due donne la prendono per la testa e la mettono con una certa forza in posizione supina. La nonnina è visibilmente sofferente e provata. A girare il video è stato il nipote, insospettitosi di una frattura alla gamba riportata dalla 92enne, poco tempo prima.

L’anziana era stata ricoverata nella struttura dai familiari, perché affetta da una forma di demenza: la donna aveva per questo bisogno di assistenza specializzata 24 su 24. Dopo le riprese del nipote, è scattata immediatamente la denuncia nei confronti delle infermiere e della casa di cura.

Il fatto ancor più incredibile è che le due lavoranti accusate di maltrattamenti verso una persona anziana e incapace di difendersi, sono state assolte dal giudice, il quale ha ritenuto che le manovre ‘di forza’ adottate dalle infermiere non costituiscono prove sufficienti per incriminarle. A sostegno della sua decisione il giudice ha aggiunto che soffrendo la donna di una forma di demenza, spesso non risponde alle richieste del personale sanitario, pertanto quest’ultimo è costretto a ‘imporsi’ con metodi più decisi, col solo fine di preservare la salute della donna.