48enne muore dopo la colonscopia: aperta un’indagine per omicidio colposo

La signora morta in ospedale, a 48 anni, dopo essersi sottoposta a una colonscopia. La Procura di Chieti indaga sul decesso di una donna originaria di Pavia ma che viveva a Vasto

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 19 settembre 2018

48enne muore dopo la colonscopia: aperta un’indagine per omicidio colposo

Elisabetta Gonnella, 48enne originaria di Pavia ma residente a Vasto, è morta la notte scorsa all’Ospedale Renzetti di Lanciano, dopo aver lamentato un forte mal di pancia ed essere stata sottoposta a colonscopia e a intervento chirurgico d’urgenza. In seguito al decesso della donna, la Procura delle Repubblica di Chieti ha aperto un’inchiesta per accertare le cause della morte: l’ipotesi di reato, che al momento resta contro ignoti, è omicidio colposo.

Per capire cosa abbia portato alla morte la donna verrà disposta un’autopsia sul suo corpo. In questo modo gli inquirenti sperano di capire se ci sono eventuali responsabilità nel decesso della donna.

Quello che al momento appare certo è che la signora di 48 anni nei giorni scorsi si era sentita poco bene e quindi aveva deciso di farsi visitare presso l’Ospedale San Pio di Vasto. Era l’11 di settembre. Lamentava fastidi intestinali, tanto che per indagare sul suo problema, i medici – secondo quanto riportato da abruzzolivetv – avevano disposto il trasferimento all’Ospedale di Ortona.

Qui la donna è stata sottoposta a un esame di routine, la colonscopia, e successivamente a un intervento chirurgico d’urgenza. La donna però continuava a peggiorare, forse per complicazioni dovute all’operazione chirurgica, e allora i medici di Ortona hanno stabilito che la signora Gonnella fosse trasferita nuovamente in un altro istituto, stavolta presso il reparto di rianimazione dell’Ospedale Renzetti di Lanciano. Ed è in questo nosocomio che poi la donna ricoverata è deceduta.

Le indagini sulla morte della 48enne sono state avviate dagli uomini del Commissariato di Lanciano.