Costretti a vivere in auto da tre mesi: un abusivo ha occupato la loro casa popolare

'Non abbiamo più nulla e ci hanno tolto anche i nostri figli', ha spiegato Annamaria alla trasmissione Pomeriggio 5

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 18 settembre 2018

Costretti a vivere in auto da tre mesi: un abusivo ha occupato la loro casa popolare
Foto Pixabay

Da tre mesi sono costretti a vivere in un’automobile, in un parcheggio di Marsala: Pippo e Annamaria hanno raccontato il dramma che stanno vivendo dallo scorso 29 giugno alla trasmissione condotta da Barbara D’Urso, Pomeriggio 5. La casa popolare che gli era stata assegnata e nella quale vivevano è stata occupata da un abusivo, durante una ristrutturazione avvenuta a seguito di un incendio. Da quel momento non hanno più potuto mettere piede nell’appartamento che gli spettava di diritto.

L’uomo occupante cammina con una stampella e sostiene di aver tutti i diritti per vivere in quella casa, altrimenti anche lui finirebbe per strada. La tragedia però ha confini ancora più ampi: Pippo e Annamaria hanno due figli minorenni, che gli sono stati sottratti proprio per via delle loro precarie condizioni economiche. Attualmente si trovano in strutture di assistenza.

Pippo, durante la trasmissione ha raccontato: ‘Sono tre mesi che non possiamo farci una doccia, ditemi voi se questa è vita. Vogliamo solo tornare a casa’.

Annamaria, che tra le altre cose soffre di asma bronchiale cronica, ha spiegato: ‘Viviamo malissimo. E’ dal 29 di Giugno che siamo dentro una macchina. Non abbiamo più nulla e ci hanno tolto anche i nostri figli. Li hanno portati nelle strutture, è da parecchio che non li vediamo perché non abbiamo i soldi per andarci. Abbiamo tantissimo bisogno di una casa. Sennò i nostri figli non ritornano più da noi’.

Quello che Pippo e Annamaria possiedono, ovvero qualche vestito, un paio di coperte, e qualche asciugamano, lo custodiscono in buste di plastica della spesa. E’ tutto ciò che gli rimane oltre all’auto.