Luca, stroncato a 12 anni da un attacco d’asma: i genitori donano gli organi

Il ragazzino aveva avuto sin dalla nascita crisi respiratorie, ma era riuscito comunque a condurre una vita normale insieme ai suoi coetanei

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 6 settembre 2018

Luca, stroncato a 12 anni da un attacco d’asma: i genitori donano gli organi
Foto Pixabay

Luca Condò è stato stroncato da un violento attacco d’asma: aveva soltanto 12 anni e come tutti i suoi coetanei trascorreva le giornate estive all’oratorio, giocando a calcio e ascoltando la musica. Tra pochi giorni sarebbe tornato a scuola e invece la sua giovane vita è stata interrotta da una malattia che fino a quel momento non aveva mai condizionato così fortemente la sua quotidianità.

Nonostante la tempestività d’intervento dei volontari del 118 e la corsa in ospedale, Luca non ce l’ha fatta. In un momento di dolore così grande, i genitori Ivan e Mara hanno avuto la lucidità e la generosità di acconsentire all’espianto degli organi del figlio. Sui social si è scatenata una vera e propria tempesta di messaggi in memoria di Luca. ‘Uno come te non lo troverò mai più’, ha scritto qualcuno.