Beccati a fare sesso nell’auto del dirigente della Regione Campania

I carabinieri della Stazione Vomero-Arenella che stavano perlustrando la zona in un normale giro di controllo hanno visto che dentro l'auto stava accadendo 'qualcosa'

Pubblicato da Kati Irrente Giovedì 9 agosto 2018

Beccati a fare sesso nell’auto del dirigente della Regione Campania
shutterstock / Antonio Guillem / foto

I militari dell’Arma dei Carabinieri hanno beccato in flagrante due dipendenti della Regione Campania che stavano facendo sesso all’interno di un’auto blu, una vettura di rappresentanza in uso ai dirigenti della Regione, che in quel momento era parcheggiata lungo Viale Raffaele a Napoli, in zona Vomero.

I carabinieri della Stazione Vomero-Arenella che stavano perlustrando la zona in un normale giro di controllo hanno visto che dentro l’auto stava accadendo ‘qualcosa’, allora si sono avvicinati e dopo aver eliminato ogni dubbio hanno bussato al finestrino della vettura interrompendo l’incontro amoroso tra i due.

L’uomo, un 61enne, davanti ai carabinieri ha prima tentato di non farsi identificare sostenendo di aver dimenticato il libretto dell’auto a casa, ma poi è stato chiarito che era l’autista di un dirigente e per quello aveva in uso l’auto blu, dato che il suo turno non era ancora terminato. In quel momento il dirigente era altrove e non sapeva a cosa era servita l’auto messa a sua disposizione dalla Regione.

La donna, invece, una 57enne impiegata amministrativa, quindi anche lei dipendente della Regione, per essere presente all’appuntamento passionale aveva persino dimenticato di timbrare il cartellino di fine turno.