Paura in ospedale ad Acireale: ortopedico aggredito a colpi di forbici

E' stato un paziente a scaraventarsi con violenza contro il medico. L'uomo era già stato segnalato ai Carabinieri nei giorni precedenti proprio per la sua spiccata aggressività

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 26 luglio 2018

Paura in ospedale ad Acireale: ortopedico aggredito a colpi di forbici
Foto Pixabay

Ci sono stati attimi di puro terrore all’ospedale di Acireale, in provincia di Catania: un ortopedico è stato aggredito ferocemente a colpi di forbici, rubate dalla sala gessi. Il responsabile dell’attacco improvviso è un paziente di 35 anni, che era stato ricoverato nella struttura ospedaliera per una contusione a una caviglia. L’uomo è stato immediatamente arrestato.

‘La situazione negli ospedali è pesante. Fare il medico sta diventando un atto di eroismo’, ha denunciato il ministro della Salute, Giulia Grillo. Non è infatti il primo caso in cui un dottore viene aggredito durante il proprio turno di lavoro. Soltanto un mese fa, all’ospedale di Catania, è scoppiata una rissa, dopo che un medico ha chiesto ai parenti di un paziente di uscire dal pronto soccorso.

Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, l’aggressore stava attendendo che il medico procedesse alla fasciatura della caviglia, dopo un consulto con il primario del reparto. Quando l’ortopedico si è ripresentato in sala gessi, l’uomo lo ha aggredito alla testa ripetutamente con delle forbici rubate dalla stanza.

Immediato l’intervento dei Carabinieri che hanno arrestato l’uomo. Già nei giorni precedenti all’aggressione, il paziente era stato segnalato ai militari per il suo atteggiamento particolarmente aggressivo, tuttavia poi la situazione sembrava essere migliorata, salvo poi precipitare improvvisamente.

‘È un fatto gravissimo che si aggiunge al novero degli episodi di violenza ai danni di operatori del servizio sanitario, non ci sono ragioni o spiegazioni plausibili per simili atti che condanniamo in modo fermo. Mi sono accertato delle condizioni di salute del collega al quale esprimiamo tutta la nostra vicinanza. Ringrazio i carabinieri per il pronto intervento che ha evitato conseguenze peggiori’, ha commentato il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catania, Giuseppe Giammanco.