Sergio Marchionne, la lettera ai neodipendenti: ‘Seguite il vostro sogno nel cassetto’

Il manager era solito mandare uno scritto di benvenuto ai nuovi dipendenti del gruppo automobilistico. Ecco le sue parole

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 25 luglio 2018

Sergio Marchionne, la lettera ai neodipendenti: ‘Seguite il vostro sogno nel cassetto’

Sergio Marchionne è morto a 66 anni e da tutti è stato ricordato come un manager capace e intraprendente, che non a caso è riuscito a risollevare le sorti di un’azienda che nell’ultimo periodo si era avvitata su se stessa. L’ex amministratore delegato del gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha saputo lasciare un’impronta decisiva nella storia delle imprese italiane, e a poche ore dalla sua morte c’è chi lo ricorda così. Svelando la lettera di benvenuto che Marchionne era solito spedire ai nuovi assunti in azienda, una speciale esortazione a dare sempre il massimo senza dimenticare gli obiettivi personali, una dichiarazione d’amore verso il suo lavoro. Eccone alcuni passaggi.

Da 14 anni alla guida del Lingotto, Sergio Marchionne è il manager che ha salvato la Fiat e cambiato il modo di fare industria in Italia.

Dalla missiva inviata ai dipendenti e pubblicata su Dagospia:
Car* Collega,

Esiste un mondo in cui le persone non lasciano che le cose accadano. Le fanno accadere. Non dimenticano i propri sogni nel cassetto, li tengono stretti in pugno. Si gettano nella mischia, assaporano il rischio, lasciano la propria impronta. È un mondo in cui ogni nuovo giorno e ogni nuova sfida regalano l’opportunità di creare un futuro migliore. Chi abita in quel luogo, non vive mai lo stesso giorno due volte, perché sa che è sempre possibile migliorare qualcosa.

Le persone, là, sentono di appartenere a quel mondo eccezionale almeno quanto esso appartiene loro. Lo portano in vita con il loro lavoro, lo modellano con il loro talento. V’imprimono, in modo indelebile, i propri valori. Forse non sarà un mondo perfetto e di sicuro non è facile. Nessuno sta seduto in disparte e il ritmo può essere frenetico, perché questa gente è appassionata – intensamente appassionata – a quello che fa. Chi sceglie di abitare là è perché crede che assumersi delle responsabilità dia un significato più profondo al proprio lavoro e alla propria vita.

Benvenut* in quel mondo. Benvenut* in Fiat Chrysler Automobiles