Sergio Marchionne è morto, aveva 66 anni

L'ex amministratore delegato di Fca è deceduto oggi, 25 luglio. Aveva 66 anni e sarà ricordato per sempre come il manager che risollevò le sorti di una società al collasso, la Fiat. Il dolore di Elkann: ''Se n'è andato l'uomo e l'amico''

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 25 luglio 2018

Sergio Marchionne è morto, aveva 66 anni
/ ansa

E’ deceduto l’ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, era ricoverato in coma irreversibile in un ospedale di Zurigo da metà giugno, dopo le complicazioni di un intervento alla spalla. L’annuncio ufficiale arriva da Exor. L’ultima uscita pubblica del manager italiano era stata due giorni prima del ricovero, quando a Roma ha voluto essere presente alla consegna di una Jeep all’Arma dei carabinieri. Era visibilmente affaticato, ma lui, che era figlio di carabiniere, riteneva importante essere presente a quell’evento. In qualche modo è come se avesse dato così il suo saluto al mondo, prima di andarsene dopo aver risollevato le sorti di una delle aziende italiane di maggior prestigio che prima del suo arrivo stava collassando.

Sergio Marchionne aveva 66 anni, era ricoverato dal 28 giugno dopo un intervento alla spalla destra. Le sue condizioni sembravano essere nella norma ma dopo pochi giorni il suo fisico ha reagito male all’operazione e si è assistito all’aggravamento per quelle che i sanitari hanno definito “complicanze postoperatorie”.

Il peggioramento delle sue condizioni di salute aveva spinto già il 21 luglio i consigli di amministrazione di Fca, Ferrari e CNH a nominare i suoi successori alla guida delle tre società.

John Elkann ricorda Sergio Marchionne, l’uomo e l’amico

“E’ accaduto, purtroppo, quello che temevamo. Sergio, l’uomo e l’amico, se n’è andato”. Così in una nota il presidente di Fca, John Elkann. “Penso che il miglior modo per onorare la sua memoria sia far tesoro dell’esempio che ci ha lasciato, coltivare quei valori di umanità, responsabilità e apertura mentale di cui è sempre stato il più convinto promotore”, aggiunge Elkann. “Io e la mia famiglia gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto e siamo vicini a Manuela e ai figli Alessio e Tyler”, afferma ancora l’a.d. e presidente di Exor, che conclude: “Rinnovo l’invito a rispettare la privacy della famiglia di Sergio”.

“Siamo vicini alla famiglia e agli amici di Sergio Marchionne: con lui scompare la figura di un manager lungimirante e innovativo, che ha saputo dare un futuro all’industria automobilistica italiana e internazionale. Ribadisco il nostro impegno a lavorare affinché Torino e il Piemonte rimangano centrali nel sistema FCA, valorizzando competenze, professionalità e centri di ricerca del più importante distretto automotive italiano”, ha detto Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, ricordando la figura di Sergio Marchionne.