Incidente a Roma: 22enne travolta e uccisa da un bus turistico

Nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori la giovane non ce l'ha fatta. Il fidanzato in lacrime ha urlato: 'L'hanno ammazzata mentre passava sulle strisce pedonali'

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 20 luglio 2018

Incidente a Roma: 22enne travolta e uccisa da un bus turistico
Foto di repertorio / ansa

Grave incidente nel cuore di Roma, in corso Vittorio Emanuele II: Caterina Pangrazi, una ragazza di 22 anni, è stata investita da un bus turistico. Subito dopo l’impatto, l’autista del pullman è sceso dal veicolo per aiutare la giovane in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. I soccorritori sono intervenuti tempestivamente ma purtroppo non hanno potuto fare nulla per salvare la 22enne, che è deceduta davanti agli occhi di tutti i passanti e dei passeggeri del bus. La dinamica dell’incidente è ancora tutta da chiarire. La Polizia di Roma Capitale è intervenuta sul posto per effettuare tutti i rilievi necessari.

La vittima abitava a pochi metri di distanza dal luogo dell’incidente, nella zona di Governo Vecchio. Non appena sono stati raggiunti dalla notizia, i familiari e il fidanzato si sono immediatamente precipitati in corso Vittorio Emanuele II.

Pubblicato da Caterina Pangrazi su Giovedì 17 luglio 2014

La rabbia del fidanzato e le lacrime delle amiche

La rabbia mista a disperazione del fidanzato di Caterina è incontenibile: ‘Ma ti rendi conto? L’hanno ammazzata mentre passava sulle strisce pedonali, stava solo attraversando la strada! Non si può morire così’, ha urlato Matteo in mezzo alla gente. ‘Era una bravissima ragazza, la conoscevo da quando era una bimba, aveva ottimi profitti negli studi, doveva raggiungere gli amici per una cena, poi sarebbe partita per le vacanze’, racconta un’amica in lacrime, sopraggiunta immediatamente sul luogo dell’incidente.

‘Questo tratto di Corso Vittorio Emanuele II è pericolosissimo’ ha aggiunto una donna, amica di famiglia, ‘da quando abito qui ci saranno stati più di venti incidenti’. Secondo i residenti il marciapiede è troppo vicino alla corsia della strada dove passano anche a velocità sostenuta auto, scooter, bus dell’Atac e tanti, anzi tantissimi pullman turistici e open bus.

‘Era una ragazza speciale, dolcissima, stavamo sempre insieme e studiava tantissimo, doveva partire finalmente per le vacanze, e invece…’, hanno dichiarato altre amiche di Caterina.

Il pericolo dei pullman turistici

Secondo Gianni Battistoni, presidente dell’Associazione via dei Condotti, a Roma c’è una vera e propria invasione di bus turistici, ‘parcheggiano ovunque, soprattutto sul lungotevere e lasciano i motori accesi. E’ una città allo sbando’. Roberto Tomassi del Coordinamento Residenti Città Storica ha dichiarato: ‘I pullman turistici sono un pericolo, è netta la sensazione che non ci siano più regole, i vigili sono assenti e invece dovrebbero garantire la sicurezza nelle strade, sembra che sia tutto lasciato al buon senso, in Centro ormai entra chiunque. I pullman conclude dovrebbero restare fuori le Mura Aureliane’.