Operai FCA infuriati, proclamato sciopero per l’acquisto di Cristiano Ronaldo

L'Unione Sindacale di Base ha proclamato uno stop dal 15 al 17 luglio con un lungo comunicato

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 11 luglio 2018

Operai FCA infuriati, proclamato sciopero per l’acquisto di Cristiano Ronaldo
Fiat Melfi in sciopero foto repertorio / ansa

Usb, Unione Sindacale di Base, ha indetto due giornate di sciopero dal 15 al 17 luglio per protestare contro l’acquisto di Cristiano Ronaldo definita “un’iniquità inaccettabile“. Gli operai Fca di Melfi hanno quindi deciso di incrociare le braccia per due giorni con un comunicato ufficiale che ha annunciato la protesta nella fabbrica in provincia di Potenza.

È inaccettabile che mentre ai lavoratori di Fca e Cnh Industrial l’azienda continui a chiedere da anni enormi sacrifici a livello economico, la stessa decida di spendere centinaia di milioni di euro per l’acquisto di un calciatore“. Il sindacato in sostanza fa riferimento ad una disparità di trattamento tra gli operai, sempre più spesso vittime di ammortizzatori sociali e misure similari, e l’acquisto del campione ex Real Madrid, per cui verrà investita una vera e propria montagna d’oro.
Ci viene detto che il momento è difficile, che bisogna ricorrere agli ammortizzatori sociali in attesa del lancio di nuovi modelli che non arrivano mai. E mentre gli operai e le loro famiglie stringono sempre più la cinghia, la proprietà decide di investire su un’unica risorsa umana tantissimi soldi. E’ giusto tutto questo? E’ normale che una sola persona guadagni milioni e migliaia di famiglie non arrivino alla metà del mese?“. Solita polemica sterile oppure uno sciopero indetto da un pensiero condivisibile e apprezzabile?