Disney e il parco divertimenti in Sicilia

Se il progetto andasse a buon fine sarebbe il primo parco divertimenti ufficiale Disney in Italia e il secondo in Europa, dopo Parigi.

Pubblicato da Kati Irrente Martedì 19 giugno 2018

Disney e il parco divertimenti in Sicilia
/ ansa

Qualche mese fa giravano gran titoloni sui diversi giornali online circa la possibilità di un investimento della Disney in Sicilia, per la costruzione di un nuovo grande parco divertimenti. Si era detto che la Disneyland italiana sarebbe potuta nascere a Termini Imerese, poco lontano da Palermo. Poi si era parlato anche di Milazzo. Ma il progetto, va precisato, è in alto mare, e addirittura non è nemmeno chiaro se la Disney voglia davvero investire in Italia, dato che nuovi ingenti fonti sono stati destinati al parco divertimenti di Parigi.

A riportare in auge la notizia di un possibile investimento della Disney in Italia è stato il vicepresidente (Forza Italia) e assessore all’Economia Gaetano Armao, che aveva parlato lo scorso aprile di un nuovo incontro – che si sarebbe dovuto tenere a maggio – con i vertici della Walt Disney Company in merito al nuovo progetto si un parco divertimenti siciliano.

“Diremo loro che la Sicilia è disponibile e aperta agli investimenti – ha sostenuto con vigore Armao – Stiamo tentando di riaprire il dialogo interrotto qualche anno fa”, ha precisato l’assessore.

Il riferimento è alla precedente trattativa del 2013 sull’eventuale realizzazione di un parco Disney in Sicilia. Forse il luogo non era abbastanza appetibile per gli investitori? Non è dato sapere, ma allora il sogno si infranse senza una vera motivazione, complici i cinquestelle che ai tempi denunciarono che i cittadini non erano stati messi al corrente né interpellati se volevano rifiutare l’opera.

Oggi, gli stessi grillini hanno dato la loro disponibilità al vice presidente di Disney Media Jay Visconti per mediare con la Regione, se e quando ci fosse una conferma dell’intenzione di investire in Sicilia.

Ad ogni modo secondo alcuni non meglio precisati preventivi, il parco potrebbe costare circa 750 milioni di euro. Non un progetto colossale, quindi, ma qualcosa di più contenuto. Purtroppo, come già detto, non ci sono molte notizie dettagliate, e anzi anche sul posto dove far sorgere il parco ci sarebbero dei dubbi, infatti c’è chi parla di Milazzo, quindi nella provincia di Messina, e non più Termini Imerese, che è nella provincia di Palermo.

Intanto, il sindaco di Termini Francesco Giunta ha salutato con entusiasmo l’ipotesi del cantiere nel suo territorio: “La nostra città adesso torna a sperare. Non possiamo che essere felicissimi per la notizia della possibile realizzazione di un Parco Disney”, ha concluso.