Prostituta cinese minacciata col coltello: cliente 80enne si rifiuta di pagare in anticipo

L'anziano, incensurato, era un cliente affezionato della lavoratrice, era stato con lei già 150 volte.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 18 giugno 2018

Prostituta cinese minacciata col coltello: cliente 80enne si rifiuta di pagare in anticipo
Foto Pixabay

La passione sembra non essersi mai spenta per un vivace ottantenne di Reggio Emilia, bloccato dai Carabinieri con un coltello in mano, che stava utilizzando per minacciare una prostituta. L’uomo si era recato da una lavoratrice cinese di 45 anni, che offre le sue prestazioni a pagamento in un appartamento del quartiere Santa Croce a Reggio Emilia: aveva concordato un appuntamento per le 10.00, ma quando è arrivato la donna era ancora impegnata con un altro cliente. Arrivato il suo turno, l’ottantenne ha perso totalmente il controllo nel momento in cui la donna gli ha chiesto un pagamento anticipato: ha sfoderato un coltello con una lama di 5 centimetri e ha ordinato alla prostituta di spogliarsi immediatamente.

La cinese a quel punto, ha finto di acconsentire alle richieste dell’anziano, ha iniziato a spogliarsi ma poi è fuggita dall’appartamento chiudendo all’interno l’uomo. Immediatamente dopo ha chiamato i Carabinieri, che sono intervenuti sul posto per fermare l’uomo, a cui hanno sequestrato il coltello.

In sua difesa l’anziano ha dichiarato di aver perso il controllo dinanzi alla richiesta di denaro in anticipo, poiché in quel momento non era in possesso dei soldi per poter pagare la prostituta, ma ha assicurato che avrebbe saldato il conto, come del resto aveva fatto le 150 volte precedenti. Ebbene sì, l’anziano era un fedele cliente della lavoratrice cinese.