Bocciato al Liceo, 18enne si suicida sotto un treno

Il ragazzo si è lanciato contro un treno, non ha lasciato biglietti o messaggi, ma era stato bocciato a scuola, dove frequentava la quarta al Liceo Einaudi di Badia Polesine

da , il

    Bocciato al Liceo, 18enne si suicida sotto un treno

    Leonardo Faggion aveva 18 anni, viveva con la famiglia a Megliadino San Vitale e frequentava l’istituto Einaudi di Badia Polesine, in provincia di Rovigo. Il suo corpo privo di vita è stato trovato sui binari della ferrovia a Saletto. Si è tolto la vita gettandosi sotto al convoglio partito da Mantova e diretto a Monselice. Ancora incerte le cause del gesto disperato. Il ragazzo che si è lanciato contro un treno non ha lasciato biglietti o messaggi, che possano spiegare la decisione di togliersi la vita, ma era stato bocciato a scuola, frequentava la quarta al Liceo Einaudi di Badia Polesine. Ancora la famiglia e l’intera comunità in cui viveva il ragazzo è sotto shock. Il diciottenne era molto conosciuto nel suo paese, anche perché era molto attivo nell’associazionismo locale, era anche volontario nelle attività della Pro Loco.

    Suicida sotto al treno Regionale Mantova-Monselice

    Leonardo Faggion sarebbe stato visto sabato mattina mentre si dirigeva, con la sua bici, verso i binari del tratto della ferrovia che corre nella zona di Saletto.

    L’allarme è scattato intorno alle 13, quando la madre non l’ha visto tornare.

    Quando è stato ritrovato il cellulare del giovane, poco distante da dove giaceva il suo corpo senza vita, la Polfer di Verona ha informato i familiari.

    Dalle ricerche effettuate finora, non sembra che il ragazzo abbia lasciato messaggi o un biglietto in cui spiega il suo gesto, ma con le ore si fa sempre più concreta l’ipotesi che a scatenare l’idea del suicidio possa essere stata la bocciatura al Liceo Einaudi di Badia Polesine (Rovigo) dove frequentava la quarta.

    Leonardo Faggion era conosciuto in paese, sui giornali locali tutti lo ricordano come un ragazzo che amava la vita, sorridente e sempre disponibile, molto attivo nell’organizzare e presenziare agli eventi della Pro Loco locale.

    Regione Veneto: il numero verde contro i suicidi

    Per evitare situazioni di crisi tra i giovani, e sostenerli, dal 2012 è attivo un numero verde anti suicidi che risponde 24 ore su 24 all’800334343.