Insalate miste provenienti dall’Italia contaminate da salmonella enterica

Il RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed) ha definito 'serio il pericolo per la salute dei consumatori'.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 7 giugno 2018

Insalate miste provenienti dall’Italia contaminate da salmonella enterica
Foto Pixabay

Allarme insalate miste provenienti dall’Italia e commercializzate principalmente in Germania: l’allerta riguarda un lotto di insalate biologiche contenenti batavia rossa-verde e foglie di spinaci contaminate con salmonella enterica Typhimurium. Al rischio connesso alla tipologia di patogeno contaminante si aggiunge il fatto che la segnalazione è stata lanciata il 5 giugno 2018, mentre il campionamento del prodotto risale all’8 maggio: il gap di un mese ha potenzialmente aumentato i rischi per i consumatori.

Secondo lo Sportello dei Diritti, è probabile che il tempo trascorso tra il rilevamento della salmonella e il lancio dell’allerta sia dovuto alla ricerca della ditta distributrice del prodotto. Ciò ha consentito però un’ampia distribuzione delle insalate contaminate in Germania e potenzialmente anche in Italia. Se i tempi fossero stati più contenuti sarebbe stato possibile attuare un intervento più efficace, esponendo i consumatori a minori rischi.

La segnalazione diffusa dal RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed) con nota 2018.1545 del 5 giugno 2018, definisce ‘serio il pericolo per la salute dei consumatori’. La salmonella enterica ser. Typhimurium è peraltro facilmente trasmissibile. Tale patogeno può causare la febbre tifoide, una malattia piuttosto severa che comporta, tra gli altri sintomi, la comparsa di gravi ulcerazioni cutanee. La verdura, secondo l’ente comunitario, deve essere ritirata dal mercato.