Pisa, carabinieri aggrediti da venditori abusivi senegalesi

Uno dei due militari ha riportato una frattura al setto nasale guaribile in 30 giorni, l'altro ha una distorsione ad un dito

da , il

    Pisa, carabinieri aggrediti da venditori abusivi senegalesi

    A Pisa due carabinieri sono stati aggrediti, spintonati e presi a pugni, da alcuni venditori ambulanti abusivi. Il fatto è avvenuto martedì pomeriggio nell’ambito di una serie di controlli che hanno portato al sequestro di 160 oggetti contraffatti illegalmente in vendita. I due carabinieri aggrediti sono stati medicati all’ospedale di Pisa: uno ha riportato la frattura del setto nasale con prognosi di 30 giorni, l’altro ha una distorsione al un dito.

    Il video che testimonia parte dell’aggressione è diventato virale dopo la condivisione da parte dalla sindaca di Cascina, la leghista Susanna Ceccardi.

    Tre pattuglie dei carabinieri stavano effettuando dei controllo anti contraffazione quando un gruppo di ambulanti senegalesi hanno iniziato a protestare. Gli animi si sono scaldati e dalle proteste si è passati alle vie di fatto. Attualmente sono in corso le indagini per identificare gli aggressori.

    Solo pochi giorni l’aggressione di un altro carabiniere: a Frosinone un militare è intervenuto per placare le intemperanze di un giovane nigeriano che stava prendendo a calci la vetrina di un ufficio postale. Il militare è stato preso a pugni ed è svenuto. L’immagine del carabiniere riverso faccia a terra ha causato un’ondata di indignazione.

    E più recentemente un nigeriano ubriaco ha aggredito un carabiniere a Benevento con una bottiglia di vetro