Peschiera del Garda: salvati due bambini chiusi in auto

L'uomo della sicurezza del supermercato è subito intervenuto per liberare i piccoli dalla monovolume in cui erano imprigionati. Ha abbassato il finestrino leggermente aperto e ha aperto la portiera.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 31 maggio 2018

Peschiera del Garda: salvati due bambini chiusi in auto
Foto Pixabay

Tragedia sfiorata a Peschiera del Garda: nel pomeriggio di ieri nel parcheggio di un grande supermercato della zona, sotto il sole cocente, due bambini sono rimasti chiusi in una monovolume con targa tedesca. Diversi clienti, uscendo dal negozio hanno notato i due piccoli soli all’interno del veicolo, così hanno avvertito il numero di pronto intervento 112 dei Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda, nonché l’addetto alla sicurezza del supermercato. E’ stato proprio quest’ultimo a correre subito verso l’auto nel tentativo di liberare i bambini.

L’addetto alla sicurezza si è diretto verso la Chrysler Voyager parcheggiata sotto il sole: si è subito accorto che il finestrino era leggermente aperto e così lo ha forzato per aprirlo maggiormente e poter aprire la portiera. All’interno dell’abitacolo, sul sedile posteriore il neonato piangeva disperato, mentre la bimba più grande sembrava molto spaventata. In quel frangente sono sopraggiunti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, che si sono subito preoccupati di offrire i primi soccorsi al bambino di otto mesi e alla sorellina di tre anni, che fortunatamente, nonostante lo spavento, non hanno riportato alcun problema di salute. Nel frattempo intorno all’auto si era formato un cerchio di persone preoccupate per i due piccoli, a un certo punto sono sopraggiunti due trentenni tedeschi, il padre e la madre dei bambini, in vacanza sul Garda. Entrambi sono stati identificati e denunciati dai Carabinieri per abbandono di persone minori, aggravato dalla genitorialità.

Se l’uomo della sicurezza del supermercato non fosse intervenuto, forse i piccoli non sarebbero sopravvissuti.