La meningite gli ha tolto braccia e gambe, ma Davide non ha smesso di sognare e ora ha bisogno del nostro aiuto

Il 24enne di origini siciliane ha lanciato una raccolta fondi sul web per l'acquisto di protesi: ''Non vedo l'ora di camminare, afferrare oggetti, mangiare da solo. Aiutatemi''

da , il

    La meningite gli ha tolto braccia e gambe, ma Davide non ha smesso di sognare e ora ha bisogno del nostro aiuto

    Davide Morana ha visto da vicino la morte, è come se i medici che lo hanno curato dopo essere stato colpito da una meningite fulminante gli avessero ridato la vita. Ha lottato come un leone ma la malattia gli ha portato via tutt’e quattro gli arti. Ora, il 24enne italiano di origini siciliane, che per motivi di studio viveva in Spagna, dove si era trasferito apposta, ha un solo desiderio, riprendersi il suo tempo, conquistare i suoi obiettivi e tornare a camminare. Per avverare il suo ultimo sogno, però, al ragazzo servono delle protesi molto costose, ma non avendo la possibilità di acquistarle ha lanciato sul web, attraverso le sue pagine social, una raccolta fondi per poter finalmente procedere al loro acquisto.

    Dopo aver subito l’amputazione delle gambe e delle braccia in seguito a una meningite fulminante, il 24enne Davide Morana ha deciso di lottare e continuare a vivere al meglio delle sue possibilità, ma per vincere questa sfida ha bisogno di aiuto.

    Come è immaginabile, adesso il ragazzo dipende in tutto dagli altri, non può mangiare da solo, non può lavarsi o vestirsi, non può camminare. Ma per farlo servirebbero delle protesi, che al momento non può permettersi perché sono troppo costose.

    E allora tramite il suo sito personale, una pagina Facebook e un account Instagram, Davide ha deciso di mettersi in gioco, come sempre con il sorriso, e provare a chiedere aiuto ai tanti che quotidianamente hanno mostrato di averlo a cuore, e che lo hanno aiutato a non mollare, seguendolo sui social e scrivendogli messaggi confortanti.

    Per un ragazzo così giovane l’amputazione degli arti poteva rappresentare l’inizio della fine, invece, così come anche la campionessa paralimpica Bebe Vio ha spesso detto, i segni lasciati dalla meningite, compresi gli arti amputati, sono solo un nuovo inizio.

    ANUNCIO IMPORTANTE!! Como os podéis imaginar, estoy deseando empezar la rehabilitación protésica. Dejar a un lado la silla de ruedas, volver a sentir lo que es estar de pie y caminar, poder comer y tomar objetos por mi cuenta...en resumen, recuperar mi independencia poco a poco, y convertirme en un chico biónico. Es un proceso lento, se requiere mucho esfuerzo y dedicación, y además quiero anunciar que necesito vuestra ayuda! Porque afortunadamente, el mundo de las prótesis está súper avanzado.  Pero desafortunadamente, los precios son inaccesibles para gente normal como yo. Y sí, la sanidad pública ofrece unas prótesis, pero son demasiado básicas, desactualizadas, y poco adecuadas para personas jóvenes, activas, con ganas de comerse el mundo con patatas. Así que hemos abierto una web (LINK EN LA BIO!!) para recaudar fondos para estos brazos y piernas! Entre todos/as podemos conseguirlo!! Cada participación cuenta y es mega valiosa. Difunde y comparte!! Y GRACIAS, GRACIAS, GRACIAS por todo vuestro apoyo❤ #ARRIBALAVIDA #SIEMPRE ------------------------------------------------- ANNUNCIO IMPORTANTE!! Come già avevo detto ad alcuni di voi, sono sul punto d'iniziare la riabilitazione protesica. Non vedo l'ora di camminare, correre, afferrare oggetti, mangiare da solo...e finalmente recuperare la mia indipendenza e diventare un ragazzo bionico Fortunatamente al giorno d'oggi le protesi sono molto avanzate però sfortunatamente sono molto costose, e poco accessibili per ragazzi dalle tasche normali come me. Abbiamo aperto un sito internet (LINK NELLA BIO!!) per la raccolta di fondi dedicato a queste costose protesi. Il vostro aiuto è importantissimo e ogni piccolo gesto conta. Insieme ce la faremo!! Aiutatemi a diffondere!! E GRAZIE MILLE per tutto il vostro appoggio ❤ #ARRIBALAVIDA #SEMPRE #gracias #meningitis #amputee #amplife #disABILITY #prosthetic

    A post shared by Davide Morana (@davidebartolomorana) on

    “Come già avevo detto ad alcuni di voi – scrive Davide sul social – sono sul punto di iniziare la riabilitazione protesica. Non vedo l’ora di camminare, correre, afferrare oggetti, mangiare da solo. E finalmente recuperare la mia indipendenza e diventare un ragazzo bionico”.

    E prosegue: “Fortunatamente al giorno d’oggi le protesi sono molto avanzate però sfortunatamente sono molto costose e poco accessibili per ragazzi dalle tasche normali come me”. Ed ecco l’idea: aprire un sito internet per la raccolta dei fondi dedicato “a queste costose protesi”. “Il vostro aiuto è importantissimo – dice Davide – e ogni piccolo gesto conta. Insieme ce la faremo. Aiutatemi a diffondere. E grazie mille per tutto il vostro appoggio”.

    Su davidemorana.com è possibile effettuare una donazione per contribuire all’acquisto delle avanzate protesi per gambe e braccia, che gli permetteranno di muoversi più autonomamente.