Milano Marittima: cameriere trova un bracciale da 50mila euro e lo restituisce

'Quando le abbiamo detto che era da noi al sicuro è venuta a riprenderlo. Era felicissima', ha raccontato Giovanna Dejeu, responsabile dello stabilimento balneare Royal Beach.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 21 maggio 2018

Milano Marittima: cameriere trova un bracciale da 50mila euro e lo restituisce
Foto Pixabay

Da Milano Marittima arriva una di quelle notizie che fa bene al cuore e risolleva l’asticella della speranza per il futuro: un cameriere dello stabilimento balneare Royal Beach ha trovato un braccialetto molto prezioso e lo ha restituito al legittimo proprietario che lo aveva smarrito. A rendere il fatto ancor più degno di nota è il valore del gioiello: 50mila euro.

Giovanna Dejeu, responsabile del Royal Beach di Milano Marittima, ha raccontato la storia a lieto fine: ‘Venerdì sera è venuta a cenare una signora che conosciamo perché si tratta di una cliente affezionata del bagno. Una volta finito di cenare, si è alzata ed è andata via normalmente. La mattina successiva, mentre uno dei nostri camerieri stava preparando i tavoli, ha trovato un braccialetto e ha capito subito che non si trattava di bigiotteria bensì di un oggetto di grande valore e si è subito preoccupato’.

Il cameriere non ha esitato nemmeno un’istante e si è subito premurato di informare la responsabile. Insieme hanno cercato di risalire alle persone che la sera prima avevano cenato al tavolo dove è stato ritrovato il bracciale. Dopo qualche ora la proprietaria del gioiello ha chiamato lo stabilimento per sapere se fosse stato ritrovato un braccialetto: ‘Quando le abbiamo detto che era da noi al sicuro è venuta a riprenderlo. Era felicissima e ci ha fatto molto piacere anche il suo gesto: l’aver lasciato un presente come segno di ringraziamento’, ha raccontato Giovanna Dejeu che ha poi precisato: ‘È chiaro che quando troviamo qualcosa che i clienti perdono la mettiamo da parte, sia che si tratti di un paio di occhiali sia che si tratti di un bracciale di valore. In questo caso abbiamo cercato di rintracciare il proprietario con più preoccupazione perché era chiaro che si trattava di un oggetto dal grande valore’.