Furto in casa dello chef Massimo Bottura: la famiglia era in casa

La stessa sera anche un altro appartamento dello stesso condominio, è stato 'visitato' dai ladri che anche in quel caso hanno scavalcato una finestra bassa per entrare nell'abitazione.

da , il

    Furto in casa dello chef Massimo Bottura: la famiglia era in casa

    Moglie e figlio dello chef Massimo Bottura hanno vissuto momenti di paura quando, la scorsa notte, i ladri hanno fatto irruzione nella loro casa a Modena, svaligiandola di beni e preziosi, soprattutto gioielli in oro. All’interno della casa è entrato un uomo attraverso una finestra della camera da letto, che è stata forzata. Se ne è accorta la moglie del famoso chef, Lara Gilmore, che urlando ha fatto poi scappare il malvivente che è uscito dalla finestra da cui era entrato, mentre fuori lo aspettava un complice che avrebbe agito da palo, coprendogli la fuga.

    La stessa sera anche un altro appartamento dello stesso condominio, è stato ‘visitato’ dai ladri che anche in quel caso hanno scavalcato una finestra bassa per entrare nell’abitazione. E alcuni furti nello stesso quartiere sono stati segnalati anche nei giorni scorsi.

    Il bottino rubato in casa a Massimo Bottura si aggira su diverse migliaia di euro, ancora da quantificare, ma certamente all’appello mancano diversi gioielli d’oro e pietre preziose.

    La polizia e gli esperti della Scientifica sono intervenuti sul posto per cercare indizi utili all’identificazione dei ladri.

    Non è la prima volta che i ladri ‘visitano’ la casa di Bottura, accadde già nel maggio di quattro anni, mentre chef e famiglia erano a Istanbul per l’inaugurazione di un locale.