Scopre la leucemia al sesto mese di gravidanza: curata senza chemio

Il parto è stato concluso regolarmente, la mamma sta bene e il bimbo è nato sano grazie a una terapia innovativa

da , il

    Scopre la leucemia al sesto mese di gravidanza: curata senza chemio

    Per la prima volta in Italia è stata sperimentata con successo una terapia innovativa non tossica, ossia senza chemio, per permettere a una mamma incinta che ha scoperto di avere la leucemia a uno stadio avanzato, di poter portare a termine la gravidanza e far nascere il suo bambino tanto desiderato. Il trattamento, che ha scongiurato l’aborto terapeutico e ha permesso a mamma Marzia di far vedere la luce al suo piccolo Andrea, è stato effettuato presso il Policlinico Giaccone di Palermo.

    Il bambino è nato il 23 aprile scorso al Policlinico di Palermo, dove Marzia Mocera è stata seguita da una équipe multidisciplinare dei reparti di Ematologia e Ginecologia: lui e la mamma stanno bene, ora lei, con anche il sostegno del marito Emanuele, può proseguire la cura ‘tradizionale’ per la leucemia.

    Cura che era stata interrotta e sostituita con una terapia meno aggressiva per i mesi necessari per completare la gravidanza. La diagnosi di leucemia in stadio avanzato, infatti, era stata fatta quando la donna era al sesto mese di gravidanza.

    L’unica soluzione, in principio, sembrava essere l’aborto terapeutico, ma i due genitori 31enni non volevano cedere a questo triste destino, hanno acconsentito a tentare il nuovo approccio innovativo prospettato dai medici, per scongiurare malformazioni al feto, anche se l’esito non era certamente scontato.

    Andrea è quindi nato il 23 aprile per la gioia di mamma e papà, ma anche dei medici che hanno seguito il caso: “Siamo profondamente soddisfatti per questo importantissimo risultato ottenuto con uno straordinario lavoro di ricerca e di assistenza – ha dichiarato Fabrizio Micari, rettore dell’Università di Palermo – Il Policlinico universitario si conferma sempre più come polo di eccellenza sanitaria e come punto di riferimento, non solo per la Sicilia, ma come è dimostrato dalla particolarità di diversi casi che negli ultimi tempi sono stati curati in maniera eccezionale ed innovativa, anche a livello nazionale”.

    “Oggi condividiamo con la cittadinanza un evento eccezionale, motivo di grande soddisfazione e di orgoglio di appartenenza per tutta la nostra comunità – ha commentato Fabrizio De Nicola, Commissario del Policlinico – Uno straordinario lavoro di squadra che ha coinvolto un nucleo interdisciplinare di professionisti di grande qualità cui va il mio personale ringraziamento. Ai genitori e al nuovo arrivato facciamo i migliori auguri da parte dell’intera Azienda”.

    Dopo il parto mamma Marzia è tornata a seguire la terapia tradizionale per curare la leucemia e dovrà mettercela tutta per guarire definitivamente e vedere crescere il suo bebè.