Allarme uova alla salmonella dalla Germania in vendita in Italia: la smentita

L'allarme uova contaminate dalla salmonella in Germania riguarda i prodotti commercializzati da una delle più grandi aziende del settore, la Interovo Egg Group e distribuiti da REWE Group e dal Gruppo Edeka.

da , il

    Allarme uova alla salmonella dalla Germania in vendita in Italia: la smentita

    In poche ore l’allarme salmonella nelle uova provenienti dalla Germania aveva fatto il giro d’Europa, ma ci sono alcune precisazioni da fare, dato che, se in un primo momento l’allerta sembrava riguardare anche l’Italia, ora si chiarisce che non ci sono pericoli per i prodotti in vendita nel nostro Paese.

    L’allarme uova contaminate dalla salmonella in Germania riguardava i prodotti commercializzati da una delle più grandi aziende del settore, la Interovo Egg Group e distribuiti da REWE Group e dal Gruppo Edeka.

    Le uova contaminate dalla salmonella e ritirate dal mercato erano quello con il numero 1-DE-0353974 e si riferivano a uova con scadenza in un periodo compreso tra il 29 aprile e il 20 maggio 2018.

    Si era in un primo momento diffusa la notizia che le uova tedesche fossero vendute nei supermercati Penny Market e Billa, anche in Italia.

    Ma dall’azienda Penny Market è arrivata la smentita, dato che in commercio sugli scaffali dei supermercati ci sono ”solo uova fresche di origine italiana, la cui qualità e sicurezza è garantita da rigorosi controlli quotidiani eseguiti lungo tutta la filiera”, si legge in un comunicato.

    In attesa di altre smentite e chiarimenti in proposito, secondo la segnalazione del Rasff (sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi) le uova contaminate sono state vendute dai supermercati Norma, Rewe, Netto, Penny e Edeka in diversi stati: Germania, Francia, Austria, Svizzera, Italia, Croazia, Polonia, Ungheria, Bulgaria, Romania, Ucraina, Slovacchia, Repubblica Ceca, Russia.