Roma, 26enne muore in un incidente in moto: ‘E’ colpa delle maledette buche di Roma’

La giovane motociclista avrebbe perso il controllo del mezzo, andando a schiantarsi dapprima contro il guard rail e poi contro un albero. E' morta sul colpo.

da , il

    Roma, 26enne muore in un incidente in moto: ‘E’ colpa delle maledette buche di Roma’

    Elena Aubry, una motociclista di 26 anni, ha perso la vita in un tragico incidente stradale a Roma, sulla via Ostiense. Lo schianto mortale è avvenuto intorno alle ore 10.40 di domenica, 6 maggio 2018. Al momento, secondo le prime ricostruzioni della dinamica dell’incidente da parte delle Forze dell’Ordine, pare che la giovane abbia perso improvvisamente il controllo del mezzo e si sia schiantata.

    La giovane motociclista a bordo della sua Honda Hornet è andata a sbattere dapprima contro il guard rail e poi contro un albero: l’impatto è stato talmente forte che è morta sul colpo. L’incidente è avvenuto nel tratto di strada tra la stazione di Ostia Antica e quella di Lido Nord, all’altezza del Cineland. Fortunatamente nessun altro veicolo è rimasto coinvolto. Sul luogo dell’incidente sono immediatamente intervenute le pattuglie della Polizia locale, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso. La via Ostiense è rimasta chiusa per diverse ore in entrambe le direzioni. La strada percorsa da Elena Aubry era totalmente dissestata, piena di buche e radici sporgenti, che con buona probabilità le hanno fatto perdere il controllo della moto.

    La disperazione della madre

    E’ proprio la mamma di Elena, Graziella Viviano, a puntare il dito contro le maledette buche che rivestono tutte le strade della Capitale. Come riporta Today.it, la madre ha espresso le sue accuse in un post pubblicato sul suo profilo Facebbok: ‘Elena non c’è più. Per un’inspiegabile e assurda situazione, per un assurdo incidente, per le maledette buche di Roma mia figlia non c’è più. E’ andata via con tutta la sua voglia di vivere, i suoi sorrisi, la sua caparbietà e la forza dirompente dei suoi ventisei anni. Vi prego, ricordatela nelle vostre preghiere. Era un cuore generoso e chi l’ha conosciuta lo sa. Per un assurdo incidente, per le maledette buche di Roma, mia figlia non c’è più. E’ andata via con tutta la sua voglia di vivere, i suoi sorrisi, la sua caparbietà e la forza dirompente dei suoi 26 anni’.

    Su Facebook c’è anche il fratello Marco a ricordare Laura con un semplice: ‘Ti voglio bene sorella’.