Vince alla lotteria, si compra la moto dei sogni e muore in uno schianto fatale

Giuseppe Bravin, detto il Cepo 64 anni, ex operaio era in attesa di andare in pensione. Un giorno nel 2016 è stato baciato dalla Dea Bendata, poco dopo però la sfortuna se l'è portato via per sempre.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 26 aprile 2018

Vince alla lotteria, si compra la moto dei sogni e muore in uno schianto fatale
Foto di kang hyejin/Shutterstock

Giuseppe Bravin, detto il Cepo, 64 anni, era conosciuto e amato da tutti. La sua è una di quelle storie incredibili che sembrano nascondere lo ‘zampino’ di forze superiori: dopo aver vinto alla lotteria, è riuscito a esaudire uno dei sogni della sua vita, si è acquistato una moto e la prima volta che l’ha guidata si è schiantato ed è morto.

Quando ha iniziato a circolare in paese la notizia che Cepo era morto in un incidente, la gente che lo conosceva non ci voleva credere. Bravin, ex operaio in attesa di andare in pensione, nel 2016 è stato baciato dalla Dea Bendata: come da consuetudine aveva comprato il suo Gratta e vinci al solito bar Da Renè, ma quella volta è andata molto bene, ha vinto una somma fissa di 500 euro a settimana per 20 anni. Purtroppo però, poco dopo, la sfortuna gli ha giocato un brutto scherzo: Bravin è riuscito finalmente ad acquistare la moto dei suoi sogni, una Honda Cbr gialla, ma al primo giro in sella si è schiantato contro un muro ed è morto sul colpo.