Uccide il cane del figlio lanciandolo dal balcone del settimo piano

L'uomo ha poi aggredito i poliziotti che erano intervenuti e che stavano consolando il giovane proprietario del Jack Russell

da , il

    Uccide il cane del figlio lanciandolo dal balcone del settimo piano

    Un uomo di 44 anni ha lanciato dal balcone della sua abitazione a Roma il cane del figlio adolescente. La femmina di Jack Russell, dopo un volo di 21 metri dal settimo piano, è morta all’istante appena arrivata al suolo. Ai poliziotti che, giunti sul posto allertati dai vicini, stavano consolando il giovane disperato per il gesto insano del padre, quest’ultimo ha dapprima risposto: ‘Tutte ste pagliacciate…è solo un cane!!’, poi ha insultato gli agenti e li ha colpiti a calci e pugni. L’uomo, che ha anche danneggiato le volanti del 113 giunte sul posto, è stato arrestato dopo essere stato immobilizzato con dello spray al peperoncino.

    Il fatto è accaduto in uno dei palazzi che si trovano nei pressi del parco di Tor Carbone.

    L’uomo di 44 anni arrestato, responsabile di aver ucciso la cagnolina del figlio quindicenne, non solo ha aggredito i poliziotti intervenuti per chiarire le sue responsabilità, ma, una volta portato in commissariato, ha cercato anche di autolesionarsi.

    E’ stato denunciato per maltrattamenti su animali e resistenza a pubblico ufficiale.