Roma: tenta il suicidio, si lancia nel vuoto ma gli agenti lo salvano al volo

A Roma un giovane di ventisei anni, con problemi psichici, ha tentato il suicidio, ma gli agenti intervenuti l'hanno salvato prendendolo al volo

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 18 aprile 2018

Roma: tenta il suicidio, si lancia nel vuoto ma gli agenti lo salvano al volo

Un giovane uomo di 26 anni ha tentato il suicidio lanciandosi dal tetto di un palazzo di via Lorenzo il Magnifico, nei pressi di piazza Bologna a Roma. Il giovane in crisi in stato di confusione sul cornicione del palazzo è stato immediatamente notato da alcuni passanti che hanno allertato le forze dell’ordine. Una volta giunti sul posto, gli agenti di polizia sono stati affiancati dal personale dei Vigili del Fuoco. Insieme hanno tentato di dissuadere il giovane dai suoi propositi, ma lui si è gettato nel vuoto. A quel punto gli agenti hanno messo in atto un’impresa straordinaria e sono riusciti a salvare al volo l’aspirante suicida.

L’episodio è avvenuto alle 19.40 di martedì 17 aprile. Il ragazzo è salito su un cornicione di un palazzo in via Lorenzo il Magnifico, in zona Porta Pia a Roma.

Sul posto si sono recati i poliziotti e i pompieri avvertiti da passanti.

Il giovane, di origine albanese e con problemi psichici, minacciava il suicidio, se gli agenti si fossero avvicinati.

E infatti a un certo punto si è lanciato nel vuoto, ma gli agenti lo hanno immediatamente afferrato per le caviglie, salvandolo al volo, come si può vedere nel video postato su Facebook che vi proponiamo qui sotto.

ragazzo di 25 anni tenta il suicidio, salvato da un poliziotto.

#Roma, Via Lorenzo il Magnifico (zona Piazza Bologna). Ragazzo di 25 anni tenta il suicidio, viene salvato dalla prontezza di riflessi di un poliziotto che lo afferra per una gamba. Complimenti ai colleghi della #PoliziadiStato e dei #VigilidelFuoco.Il video parla da sè.#essercisempre

Pubblicato da LeS Polizia di Stato su Mercoledì 18 aprile 2018

L’uomo è stato poi portato al policlinico Umberto I, dove è stato preso in cura e sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio.