Terremoto nella Marche: forte scossa di magnitudo 4.6 a Muccia

Paura in Centro Italia: una nuova forte scossa di terremoto è stata avvertita nettamente nelle Marche ma anche in Umbria. Il sindaco di Pieve Torina ha annunciato la chiusura delle scuole per la giornata odierna.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 10 aprile 2018

Terremoto nella Marche: forte scossa di magnitudo 4.6 a Muccia

Torna la paura in Centro Italia: alle 5.11 di martedì 10 aprile una forte scossa di magnitudo 4.6 della scala Richter è stata registrata a 2 km da Muccia, in provincia di Macerata. L’ipocentro è stato individuato a 9 km di profondità. A darne notizia è l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). L’intensa scossa di terremoto è stata nettamente avvertita non solo nelle Marche ma anche in Umbria.

Attualmente la Protezione civile, che è in contatto diretto con i sindaci delle zone terremotate, ha dichiarato che non sono stati registrati danni ambientali a edifici pubblici o privati, né feriti. La nuova scossa di terremoto ha però risvegliato la paura negli abitanti delle regioni del Centro Italia che ormai da due anni vivono su una terra che non smette mai di tremare.
Dalla scossa di magnitudo 4.6 della scala Richter di questa mattina, si sono manifestate oltre 10 repliche, tra cui due di magnitudo 3.5 alle 5:46 e alle 6:03.

‘Oggi chiudiamo le scuole. Abbiamo dei danni e stiamo verificando anche le Sae’, ha annunciato il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, uno dei comuni interessati dal sisma. ‘La scossa ha fatto crollare il piccolo campanile della Chiesa del ‘600 Santa Maria di Varano’, ha dichiarato il sindaco Mario Baroni al Corriere della Sera.