Prova il Suv in spiaggia con moglie e figli e rischia di farli annegare

Tragedia sfiorata a Castel Volturno dove un 30enne ha voluto testare il Suv nuovo in spiaggia, portandosi dietro moglie e figli piccoli (uno di pochi mesi) e rischiando di farli annegare con l'auto che affondava e finiva in balìa delle onde: solo il tempestivo intervento dei Carabinieri ha evitato il peggio.

Pubblicato da Lorena Cacace Lunedì 9 aprile 2018

Prova il Suv in spiaggia con moglie e figli e rischia di farli annegare
Immagine generica/Pixabay

Poteva finire in tragedia la bravata di un 30enne di Secondigliano, Napoli, che ha voluto provare il Suv nuovo in spiaggia con dentro moglie e figli piccoli, rischiando di farli annegare. L’uomo aveva da poco preso a noleggio l’auto e si era diretto con la famiglia, composta da un bimbo di pochi mesi e una bambina di 2 anni, e una coppia di amici a Castel Volturno per una domenica in relax. Quando ha visto che l’accesso alla spiaggia di Pinetamare non era impossibile, ha voluto testare la guida 4×4 sulla sabbia, portandosi dietro tutta la famiglia. Il peso e il fondo sabbioso sconnesso hanno però fatto impantanare la vettura che si è piegata su un fianco, finendo in balìa delle onde.

Il 30enne ha davvero rischiato di perdere la famiglia per una bravata. Quando l’auto si è piegata su un fianco ed è rimasta bloccata, è rimasta preda delle onde del mare che era piuttosto agitato. L’uomo e la coppia di amici sono riusciti a uscire e a mettersi in salvo, chiedendo aiuto.

All’interno sono rimasti la moglie e i figli piccoli, salvati solo dall’intervento tempestivo degli agenti del posto fisso di Casapesenna e dei carabinieri di Mondragone che sono intervenuti all’istante, entrando in acqua e portando in salvo la donna e i due bambini, mentre il Suv affondava. L’uomo è stato poi sottoposto a controllo tossicologici e all’alcol test ed è stato multato.