Elicottero della Marina Militare precipita in mare: morto un membro dell’equipaggio

L'elicottero era impegnato nell'operazione Mare Sicuro nel corso di un'esercitazione notturna nella tarda serata di giovedì 5 aprile, ancora da stabilire le cause dell'incidente: lo specialista di volo Andrea Fazio ha perso la vita. Il cordoglio della ministra della Difesa Roberta Pinotti

da , il

    Elicottero della Marina Militare precipita in mare: morto un membro dell’equipaggio

    Un elicottero della Marina Militare è precipitato in mare, causando la morte di un militare a bordo. Il velivolo era impegnato in un’esercitazione notturna nella tarda serata di giovedì 5 aprile e faceva parte dell’Operazione Mare Sicuro, missione organizzata dal 2015 per il contrasto all’immigrazione illegale e del traffico di esseri umani nel Mediterraneo a seguito alla crisi libica. Ancora incerte le cause dell’incidente che è costato la vita a uno dei cinque membri dell’equipaggio a bordo, il Capo di 1 classe Andrea Fazio, specialista di volo: il militare è stato recuperato in stato di incoscienza insieme ai compagni ma è deceduto a bordo della nave durante le operazioni di rianimazione. Secondo quanto reso noto dallo Stato maggiore della Difesa, gli altri militari, recuperati e trasportati su una nave militare “per le necessarie valutazioni e cure sanitarie” stanno bene.

    Secondo quanto reso noto dalla Marina Militare, l’elicottero SH 212 era partito dalla nave Borsini, che fa parte del programma Mare Sicuro, ed è precipitato nel Mediterraneo centrale, “in prossimità dell’unita per cause in corso di accertamento. Tutti e cinque gli occupanti del mezzo sono stati prontamente recuperati dai mezzi della nave. Quattro di loro sono in buone condizioni, mentre lo specialista di volo Andrea Fazio, recuperato in stato di incoscienza, è deceduto a bordo della nave”.

    La Marina ha chiarito che “i famigliari del militare, effettivo presso il secondo Gruppo elicotteri di stanza a Catania sono stati avvertiti e vengono assistiti da personale specializzato per il supporto psicologico e spirituale. Altre unità della Marina militare sono accorse in assistenza a Nave Borsini nella zona dell’ammaraggio”.

    Cordoglio è stato espresso dalla ministra della Difesa, Roberta Pinotti, per la morte del sottoufficiale: “Ai familiari del maresciallo Fazio va il mio sentimento di vicinanza e quello di tutto il personale della Difesa. Esprimo la mia solidarietà alla Marina Militare”.