Mantova: moglie e marito trovati impiccati in casa, sotto shock la figlia di sei anni

Gli inquirenti pensano che i due abbiano compiuto il suicidio davanti agli occhi della bambina: alcuni lividi farebbero pensare che i genitori volessero uccidere anche lei

Pubblicato da Kati Irrente Venerdì 30 marzo 2018

Mantova: moglie e marito trovati impiccati in casa, sotto shock la figlia di sei anni

Una giovane coppia di coniugi che viveva a Pegognaga, in provincia di Mantova, è stata trovata impiccata nella loro casa. Il marito aveva 35 anni mentre la moglie ne aveva 27. Erano di origine indiana. Lasciano una bimba di sei anni, che secondo gli inquirenti che stanno procedendo nelle indagini avrebbe assistito al duplice suicidio dei genitori. A scoprire la terribile scena è stato il nonno, che ha poi portato la nipote in ospedale in stato di shock, dopo aver notato che aveva dei lividi evidenti sul collo.

I due corpi, legati con la stessa corda al corrimano delle scale interne dell’appartamento, sono stati rinvenuti dal nonno nella serata di giovedì 29 marzo.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, secondo quanto raccontato dal titolare, il 35enne aveva contattato via telefono l’azienda agricola di Pegognaga dove lavorava, spiegando che non sarebbe riuscito ad andare al lavoro perché doveva accompagnare la moglie in ospedale per una visita. “Era un ragazzo d’oro – commenta il datore di lavoro – con una bella famiglia. Siamo sconvolti e non abbiamo idea di quello che possa aver scatenato questo gesto”.

Le indagini proseguono mentre la bimba è stata ricoverata all’ospedale Carlo Poma di Mantova. Nelle prossime ore sarà sentita dagli inquirenti con l’assistenza di una psicologa per provare a capire meglio la dinamica della tragedia.