Ragazza di Chernobyl violentata e truffata da una coppia di Forlì: arrestati

La giovane, di 24 anni e di origini bielorusse, era stata ospite della coppia nell'ambito di un programma di scambio per le vittime della radiazioni della centrale nucleare. La coppia controllava ogni aspetto della sua vita, arrivando anche a usare violenza sessuale, dopo aver incassato al suo posto un risarcimento da 2,1 milioni di euro

da , il

    Ragazza di Chernobyl violentata e truffata da una coppia di Forlì: arrestati

    Una coppia di Forlì è stata arrestata dai Carabinieri per aver violentato e truffato una ragazza di Chernobyl che avevano ospitato per anni. La giovane, oggi 24enne e di origini bielorusse, era stata da loro ospitata fin dall’età di dieci anni nell’ambito di un progetto di accoglienza per i bambini vittime delle radiazioni della centrale nucleare dopo l’incidente del 1986. Nel 2014, al compimento della maggiore età, era stata vittima di un incidente in bicicletta che le aveva causato un’invalidità dell’80%, ricevendo un risarcimento di 2,1 milioni di euro di cui però non avrebbe visto un solo centesimo. La coppia infatti si è appropriata di tutta la somma e ha iniziato a controllare ogni aspetto della sua vita, facendola piombare in un incubo.

    La giovane aveva trascorso diverse estati a casa della coppia. Secondo le prime informazioni, a scatenare il tutto sarebbe stato il risarcimento milionario ricevuto dopo l’incidente in bicicletta. L’uomo e la donna avrebbero preso per sé tutto il premio assicurativo senza aver alcun titolo legale.

    Ora per loro la procura di Forlì ha ipotizzato a vario titolo i reati di maltrattamenti, truffa, circonvenzione di incapace e violenza sessuale.