Poliziotta accoltellata al petto si salva grazie al cellulare

Un uomo di 50 anni, senza fissa dimora, ha aggredito una poliziotta nei pressi della stazione di Taranto, scagliandosi contro di lei con un coltello a serramanico e colpendola tre volte al torace: il cellulare che aveva nel taschino ha impedito che i colpi fossero fatali

da , il

    Poliziotta accoltellata al petto si salva grazie al cellulare

    Tragedia sfiorata a Taranto dove un uomo di 50 anni senza fissa dimora ha accoltellato al petto una poliziotta che si è salvata grazie al telefonino nel taschino della giacca. Ivan Iliev, di nazionalità bulgara e con un passato da pugile dilettante, avrebbe iniziato ad aggredire alcuni viaggiatori in attesa del bus in piazza Libertà, a pochi passi dalla stazione ferroviaria nel primo pomeriggio di martedì 20 febbraio. A quel punto, come ricostruito dal compartimento della Polfer di Puglia, Basilicata e Molise, l’agente è intervenuta con un collega e l’uomo è fuggito verso la stazione, dove si è scagliato contro alcuni arredi, distruggendoli: mentre stava per essere bloccato ha tirato fuori il coltello a serramanico e l’ha colpita almeno per tre volte al torace, lasciando per fortuna solo i segni sulla divisa: il telefonino ha infatti evitato che i colpi fossero letali.