Corona esce dal carcere: dovrà andare in comunità

Buone notizie per l'ex re dei paparazzi: il Tribunale ha approvato la scarcerazione, ora però dovrà andare ogni giorno in una struttura di Limbiate per disintossicarsi psicologicamente dalla cocaina.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Mercoledì 21 febbraio 2018

Corona esce dal carcere: dovrà andare in comunità
Corona esce dal carcere / ansa

E’ finalmente arrivata la decisione tanto attesa dall’ex re dei paparazzi: il tribunale di sorveglianza di Milano ha deciso in favore della scarcerazione di Fabrizio Corona, a fronte dell’affidamento temporaneo a una comunità di Limbiate, a scopo terapeutico. L’ex manager dei fotografi dei Vip dovrà presentarsi tutti i giorni presso la struttura situata nell’hinterland milanese, con l’obiettivo che possa disintossicarsi psicologicamente dalla dipendenza da cocaina.

Fabrizio Corona, che stava scontando in carcere una condanna di quasi dieci anni di detenzione, è uscito dal carcere di San Vittore, questa mattina. La scarcerazione è avvenuta a seguito del parere favorevole all’affidamento in comunità terapeutica da parte della direzione di San Vittore e del servizio per le tossicodipendenze. Questa mattina, è giunta poi l’approvazione finale da parte del magistrato di sorveglianza, Simone Luerti, che ha accolto l’istanza dell’avvocato Antonella Calcaterra, il quale ha sempre evidenziato la condizione di ex tossicodipendente di Fabrizio Corona. La medesima richiesta era stata posta dal legale precedentemente (con trasferimento in una comunità del bresciano), il 13 settembre, a un altro giudice della Sorveglianza, Beatrice Crosti, il quale però aveva respinto l’istanza, in ragione di una ‘attuale pericolosità sociale del detenuto’.

Tornando a oggi, il provvedimento che ha consentito oggi a Corona di lasciare San Vittore, dovrà essere però convalidato nel corso di una nuova udienza che si terrà davanti a un collegio della Sorveglianza a fine marzo. In questo periodo l’ex re dei paparazzi avrà la possibilità di dormire nella sua abitazione di via De Cristoforis, che potrà lasciare soltanto per recarsi nella comunità di Limbiate, dove dovrà sottoporsi a un programma psicologico riabilitativo.

La casa di Corona, in cui soggiornerà in attesa della nuova udienza di fine marzo, è in realtà stata sequestrata nei mesi scorsi dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano, successivamente l’amministrazione giudiziaria ha deciso di affittarla e ad approfittarne sarebbe stata la fidanzata dell’ex agente fotografico, Silvia Provvedi, del duo musicale Le Donatella.