Latte Accadì Granarolo ritirato dal mercato: nessun pericolo per la salute dei consumatori

Il ministero della Salute ha ordinato il ritiro di diversi lotti di Latte Granarolo Accadì, scremato o parzialmente scremato UHT, senza lattosio o con lattosio <0,01% per la presenza di grumi e instabilità alla bollitura

Pubblicato da Lorena Cacace Venerdì 19 gennaio 2018

Latte Accadì Granarolo ritirato dal mercato: nessun pericolo per la salute dei consumatori
Immagine generica non rappresentativa del prodotto/Pixabay

Il ministero della Salute ha ordinato il ritiro di diversi lotti di Latte Granarolo Accadì senza lattosio, scremato e parzialmente scremato UHT a lunga conservazione. Come si legge sul sito ministeriale ufficiale delle segnalazioni, il motivo è la presenza di grumi e instabilità del prodotto in fase di bollitura e riscaldamento. Tutte le confezioni sono prodotte dalla Granarolo Spa con sede di produzione in via Verdi a Soliera (MO). Diversi i lotti interessati: il comunicato ministeriale precisa che il ritiro è solo per i lotti indicati. L’azienda ha specificato che dalle verifiche finora effettuate, non sono emersi rischi per la salute dei consumatori e che il latte manifesta instabilità al calore: cioè significa che, se portato a 40 gradi, si limita a fare grumi.

I lotti ritirati per il latte Accadì scremato UHT a lunga conservazione senza lattosio, venduto in confezione da 1 litro sono Q7326D con scadenza 21/03/2018 e Q7327D con scadenza 22/03/2018.

Per il latte scremato UHT a lunga conservato con lattosio < 0,01%, venduto in confezioni da 500 ml, i lotti sono Q7321E con scadenza 16/03/2018, Q7322E con scadenza 17/03/2018, Q7327E con scadenza 22/03/2018, Q7328E con scadenza 23/03/2018, Q7329E con scadenza 24/03/2018.

Per il latte parzialmente scremato UHT a lunga conservazione senza lattosio, i lotti sono Q7324E con scadenza 19/03/2018, Q7325E con scadenza 20/03/2018, Q7326E con scadenza 21/03/2018.