Condannato Tullio Simoncini, l’oncologo che curava il tumore con il bicarbonato

Tullio Simoncini, l’oncologo che curava il tumore con il bicarbonato e già radiato dall’ordine dei medici, è stato condannato a 5 anni e 6 mesi con l’accusa di omicidio colposo ed esercizio abusivo della professione. Esercitava a Tirana, in Albania, dove nel 2012 morì un 27enne di Catania che si era sottoposto alla sua pseudo-cura

Pubblicato da Francesco Minardi Lunedì 15 gennaio 2018

Condannato Tullio Simoncini, l’oncologo che curava il tumore con il bicarbonato

Analisi in clinica / ansa
Tullio Simoncini, l’oncologo che curava il tumore con il bicarbonato e già radiato dall’ordine dei medici, è stato condannato a 5 anni e 6 mesi con l’accusa di omicidio colposo ed esercizio abusivo della professione. Esercitava a Tirana, in Albania, dove nel 2012 morì un 27enne di Catania che si era sottoposto alla sua pseudo-cura.

Simoncini giurava di poter curare il tumore con una terapia a base di semplice bicarbonato. Nonostante fosse stato radiato dall’ordine professionale dei medici, continuava a esercitare la professione a Tirana, dove sottoponeva la sua cura a dei pazienti.

Tra questi Luca Olivotto, 27enne di Catania e affetto da un tumore al cervello, che nel 2012 si recò nella clinica dove Simoncini lavorava per sottoporsi alla cura. Dopo due giorni di somministrazione endoarteriosa, il ragazzo morì dopo una gravissima alcalosi metabolica.

Simoncini è stato condannato oggi a 5 anni e 6 mesi con l’accusa di omicidio colposo e esercizio abusivo della professione. Condannato a due anni di reclusione anche Roberto Gandini, radiologo e suo collaboratore.